Connect with us

News

Attacco, tante frecce per Colantuono. Jallow-DiGe non ancora al top: “Aspettiamoli, serve pazienza”

Tante scelte in attacco per Stefano Colantuono. Tra chi è più o meno pronto dal punto di vista atletico, il tecnico granata può contare su molti elementi di qualità sia dall’inizio che a gara in corso. Uno dei più attesi è sicuramente Lamin Jallow, non ancora al top della condizione: “Dobbiamo avere pazienza, è andato in Nazionale e ha una storia particolare – Ha ribadito Colantuono in conferenza stampa – L’anno scorso ha smesso un po’ prima in campionato, poi ha avuto le difficoltà estive che tutti conosciamo. Ha enormi potenzialità e basa il suo calcio sulla velocità e sull’intensità”. Ci vorrà dunque un po’ di tempo per vedere all’opera il miglior Jallow: “Al momento non è in condizione ottimale e perde molto del suo potenziale. Siamo felici di averlo, se non fosse andato in Nazionale la sosta sarebbe servita anche a lui per fare lavori specifici. Recupereremo in fretta il tempo perso”.

Colantuono è felice di avere a disposizione anche Davide Di Gennaro, non un attaccante puro ma giocatore deputato ad innescare le punte, sia dalla cabina di regia che agendo sulla trequarti di campo: “A Lecce l’ho avanzato ma non cambia molto, anziché cucire il gioco indietro lo fa più avanti, deve fare quello. Anche lui va aspettato- Sottolinea Colantuono – Ha giocato poco l’anno scorso e saremmo dei poveri illusi se ci aspettassimo che può subito cambiare le partite. Diamogli tempo, non ha una condizione lontana dal top. Mi fido molto del giocatore che ho visto negli anni precedenti, lo reputo un elemento di grandissimo valore”.

Ci vorrà un po’ più di tempo invece per vedere all’opera Alessandro Rosina, reintegrato in rosa ed alle prese con alcuni problemi di natura fisica (clicca qui per l’articolo): “Lo conosco bene, ha avuto piccoli problemi e quindi al momento non è disponibile. L’anno scorso ha fatto un buon finale di campionato, si è messo a disposizione, quando rientrerà a pieno regime faremo le nostre valutazioni ma allo stato attuale mi piace parlare di quelli che ci sono e che in questo momento stanno facendo cose giuste”. L’elemento più in forma e capace di fare la differenza sembra essere Bocalon, in rampa di lancio per una maglia da titolare contro il Padova, al di là della collocazione tattica: “Non è un discorso di prima o seconda punta. Abbiamo attaccanti molto simili, anche se Vuletich è più mobile e Bocalon è più scaltro, Djuric è un po’ più statico”. La possibilità di scelta è quanto mai ampia, a Colantuono l’arduo compito di fare le mosse giuste.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Leggi anche

Advertisement

Altre news in News

Segnala questo articolo via Email