Connect with us

Calciomercato

Difesa, si complica Gyomber ed il Perugia (per ora?) non cede Monaco. Resiste Del Fabro e piace Tonucci

Due piste che si complicano ed un’altra che resiste. In mezzo il forte interesse per un calciatore che ha già avuto modo di lavorare alle dipendenze di Colantuono. Per gradi. Dopo l’innesto di Guilleme Gigliotti – il centrale di piede sinistro che serviva come il pane a questa squadra per puntellare la difesa – la Salernitana continua a setacciare il mercato alla ricerca di (almeno) un altro difensore da consegnare nelle mani del tecnico di Anzio.

Uno dei primi nomi sulla lista stilata dal Cola ad inizio mercato è quello di Norbert Gyomber, slovacco di proprietà della Roma che nell’ultima stagione ha vestito la maglia del Bari. L’ex catanese, portato in Italia da Walter Sabatini, ha un contratto di un altro anno con i giallorossi a cifre esorbitanti per la serie B (700mila euro). Il cachet non ha comunque spaventato la Salernitana, che circa venti giorni fa ha avuto modo di confrontarsi con il management della Roma per un sondaggio meramente esplorativo. La società granata ha sin da subito compreso che la strada sarebbe stata in salita, ancor di più adesso che sul giocatore si sono fiondati alcuni top club di serie B. Ma non solo, perchè Gyomber ha diverse richieste anche dall’estero, specie in Germania.

In salita anche la strada che porta a Salvatore Monaco, già granata negli ultimi sei mesi della scorsa stagione. I suoi rapporti col Perugia, società che detiene il suo cartellino, sembravano ormai logori, ai minimi termini. Ed invece Alessandro Nesta pare voglia puntare forte sul centrale partenopeo e rilanciarlo, mettendolo così al centro del progetto tecnico. In ogni caso, la sensazione è che se arrivasse un’offerta particolarmente allettante il Grifo la valuterebbe senza grossi patemi. Il problema, però, è rappresentato proprio dalla valutazione eccessiva del sodalizio umbro, che per lasciarlo andare chiede circa 800mila euro. La Salernitana, che pure poteva vantare un’opzione per il riscatto del ragazzo a 700mila euro, non ha alcuna intenzione di svenarsi. Se il Perugia dovesse aprire ad una cessione a cifre decisamente più basse o, in alternativa, ad uno scambio, allora si potrebbe entrare nel vivo. Altrimenti è davvero dura.

Infine la situazione legata a Dario Del Fabro, per il quale potrebbero esserci interessanti sviluppi a breve: nelle prossime ore è infatti in programma un summit tra l’agente Mario Giuffredi e la Salernitana. In primis per definire il ritorno del portiere Boris Radunovic, ma ci sarà modo anche di approfondire i discorsi per l’ex difensore del Novara di proprietà della Juve. Su di lui c’è sempre la Cremonese, che prova a spingere per il prestito dai bianconeri.

Colantuono, tuttavia, preferirebbe accogliere Denis Tonucci del Foggia, calciatore che ha avuto già modo di allenare due stagioni fa a Bari. Il centrale nativo di Pesaro ha un accordo fino al 2020 con i satanelli, che puntano forte su di lui per la prossima stagione e che per questo bussano a denari per lasciarlo andare. Oltretutto, Tonucci in Capitanata percepisce uno stipendio di circa 190mila euro che la Salernitana difficilmente potrebbe corrispondergli.

1 Commento

1 Commento

  1. mai satellite della lazio

    17/07/2018 at 14:27

    Mettere mano al portafogli e bloccare immediatamente Micai con un triennale

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Advertisement

Leggi anche

Advertisement

Altre news in Calciomercato

Segnala questo articolo via Email