Connect with us

News

A caccia dei primi punti: a Torino col 3-5-2 e Simy dal 1′. Ribery parte in panca

PROBABILI FORMAZIONI   –   TORINO-SALERNITANA

STADIO OLIMPICO GRANDE TORINO (ORE 15)

TORINO (3-4-2-1): Milinkovic-Savic; Djidji, Bremer, Rodriguez; Singo, Lukic, Mandragora, Ansaldi; Linetty, Brekalo; Sanabria. A disp. Berisha, Gemello, Zima, Buongiorno, Pobega, Ola Aina, Pjaca, Vojvoda, Rincon, Praet, Warming. All: Juric.

SALERNITANA (3-5-2): Belec; Gyomber, Strandberg, Gagliolo; Kechrida, M. Coulibaly, Di Tacchio, Obi, Ruggeri; Bonazzoli, Simy. A disp. Fiorillo, Russo, Ribery, Schiavone, Djuric, L. Coulibaly, Ranieri, Kastanos, Zortea, Bogdan, Delli Carri, Vergani. All: Castori.

Arbitro: sig. Aureliano di Bologna.

Diretta: Dazn

——

Dall’atmosfera funerea post scoppola con la Roma all’incontenibile entusiasmo scatenato dall’arrivo di Ribery. Le ultime due settimane sono una sintesi perfetta dell’essenza della piazza di Salerno. Nel calcio, come nella vita, ciò che conta però sono i risultati. Ragion per cui oggi pomeriggio bisognerà iniziare a muovere la classifica, ancora ferma al palo.

Le scelte

Contro un Torino anch’esso assetato di punti, la Salernitana cerca il primo squillo della stagione. Lo farà con maggiori consapevolezze, con una forma fisica sicuramente migliorata dal lavoro svolto durante la sosta, con Simy dal 1′ e con Ribéry pronto a dare man forte a gara in corso in caso di necessità. Il francese scalpita ma va dosato e gestito con attenzione miscelando carta d’identità, condizione ancora non ottimale, ma anche l’immensa classe e la gran voglia di dimostrare di poter ancora fare la differenza. Di tutto ciò è consapevole lui stesso. “Si è subito inserito con umiltà, ha avuto un impatto straordinariamente empatico con il gruppo”, ha confermato Castori.

La spalla del gigante nigeriano sarà Bonazzoli, uno degli ex di turno. L’attaccante scuola Inter dovrà trarre ancora ulteriori motivazioni dall’arrivo di Ribéry e saper sfruttare i suoi preziosi consigli. A centrocampo Di Tacchio dovrebbe vincere il ballottaggio con Lassana Coulibaly. Castori dovrebbe scegliere anche l’esperienza dell’altro ex Obi ed affidarsi nuovamente alla fisicità di Mamadou Coulibaly. Kechrida e Ruggeri saranno gli esterni, in difesa torna Strandberg dalla squalifica e farà il suo esordio Gagliolo dal 1′. Gyomber sarà il braccetto di destra, tra i pali confermato Belec.

L’avversario

Archiviate le polemiche con la proprietà, Juric dovrà fare a meno di capitan Belotti. A guidare l’attacco ci sarà Sanabria, con Linetty ed il nuovo arrivato Brekalo a supporto. Parte dalla panchina Pjaca, pronto a subentrare in caso di necessità. Cerniera di centrocampo affidata alle geometrie della coppia Lukic-Mandragora (ma occhio alla candidatura di Pobega), l’arrembante Singo e l’esperto Ansaldi presidieranno le corsie esterne. A proteggere i pali di Milinkovic-Savic il terzetto difensivo formato da Djidji, Bremer e Rodriguez. Izzo sarà out per infortunio.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News