Connect with us

News

RILEGGI IL LIVE. Pescara-Salernitana 0-3: È FINALE ALL’ADRIATICO! GRANATA IN A DOPO 23 ANNI DI ATTESA!

PESCARA-SALERNITANA (TABELLINO)

PESCARA (3-5-2): Fiorillo; Volta (74′ Nzita), Guth, Sorensen; Capone (82′ Riccardi), Omeonga, Valdifiori (75′ Tabanelli), Machin, Masciangelo; Ceter, Odgaard. A disp: Alastra, Radaelli, Bellanova, Busellato, Giannetti, Vokic, Galano, Chiarella, Longobardi, D’Aloia. All: Grassadonia.

SALERNITANA (3-5-2): Belec; Bogdan (73′ Aya), Gyombér, Mantovani; Casasola (79′ Kupisz), Capezzi (63′ Schiavone), Di Tacchio, Kiyine (45′ Anderson), Jaroszynski; Tutino, Gondo (45′ Djuric). A disp: Adamonis, Durmisi, Veseli, Sy, Boultam, Cicerelli, Kristoffersen. All: Castori.

ARBITRO: Prontera di Bologna (Massara-Trincheri). IV Uomo: Meraviglia di Pistoia

NOTE: Marcatore: 67′ rig. Anderson, 72′ Casasola, 81′ Tutino/Angoli: 1-5/Ammoniti: Capone, Valdifiori, Guth, Odgaard (P)


90′ È FINALE A PESCARA! SALERNITANA CHE TORNA IN A DOPO 23 ANNI! IL 10 MAGGIO ANCORA SCOLPITO NELLA STORIA!

85′ Ormai il match ha poco da dire. Si attende solo il triplice fischio per ufficializzare la promozione granata in massima serie.

82′ Fuori nel Pescara Capone e dentro Riccardi.

81′ TUTINOOOOOOO, ARRIVA IL TRISSSSSS!!!!!!!! Kupisz scappa via e serve Tutino, l’ex Napoli si gira in area e calcia, battendo Fiorillo, anche grazie ad una deviazione!

79′ Fuori Casasola dentro Kupisz. A Monza arriva il raddoppio bresciano.

77′ Giallo per Capone.

75′ Nel Pescara fuori Volta e Valdifiori, dentro Nzita e Tabanelli.

73′ Cambio per Castori: fuori Bogdan, dentro Aya.

72′ CASASOLAAAAAAAAAA!!!!!!!!!!!!! L’ARGENTINO BLINDA LA PARTITA!!!!!! L’ex Trapani entra in area, finta il tiro col destro, va sul sinistro e batte Fiorillo!!!

70′ Valdifiori blocca una ripartenza di Anderson e viene ammonito.

70′ In questo momento Salernitana matematicamente in massima serie!

69′ ATTENZIONE, BRESCIA AVANTI A MONZA!!! Rete delle rondinelle con Ayè!!!

67′ ANDERSOOOOOOOOOOONNNNNNNNNNNN!!!!!!!!!!! NON SBAGLIAAAAAAAAAAAAAAAAAA!!!!!!!!!! Battuta perfetta del numero 18, spiazzato Fiorillo!

66′ RIGORE PER LA SALERNITANA! Imbucata di Jaroszynski, sponda aerea di Djuric, Anderson calcia, mano di Guth. Prontera indica il dischetto senza esitare!

64′ Casasola si prende qualche rischio ed entra in tackle su Masciangelo, palla piena dell’argentino.

63′ Castori inserisce Schiavone al posto di Capezzi.

63′ A Monza parziale sempre di 0-0, brianzoli in dieci per l’espulsione di Bellusci.

61′ CASASOLA! Cross di Anderson e testa dell’argentino, palla deviata e che finisce di poco fuori dall’incrocio.

60′ Sorensen non chiude bene una palla alta, Tutino la riconquista e guadagna un corner sull’out destro.

60′ Ottimo ingresso di Anderson che guadagna un’altra punizione.

59′ Punizione in mezzo di Capezzi, Di Tacchio prova a prolungare. Chiude la difesa del delfino.

57′ Fallo di Guth su Djuric che resta a terra, punizione per i granata.

56′ OCCASIONISSIMA TUTINO! Palla lunga di Gyombér, sponda area di Djuric e Tutino, in pallonetto, non riesce a battere da due passi Fiorillo. Si è svegliata la Salernitana!

56′ Spinge la Salernitana, cross dalla destra di Casasola troppo su Fiorillo.

55′ Conclusione debole in area di Odgaard, blocca facilmente Belec.

55′ Ceter scappa via a Bodan in profondità, il croato è bravo a recuperare.

54′ Ottima combinazione Djuric-Anderson che riceve in area dal bosniaco e calcia col sinistro, spazza Guth.

52′ Anderson calcia col sinistro da fuori, tiro debole e centrale. Si scaldano Kupisz, Cicerelli e Schiavone.

51′ Cross dalla destra di Djuric, Omeonga stoppa palla in area, Anderson prova a rubargli palla e va a terra. Proteste granata, per Prontera tutto ok.

49′ Cross di Jaroszynski, palla su Fiorillo.

48′ Chiusura difensiva della Salernitana e ripartenza di Anderson che lancia Tutino, l’ex Cosenza prova a servire il compagno, chiude la difesa di casa.

47′ Ci prova da fuori Omeonga, primo corner Pescara.

46′ Palla del Pescara, ma subito recuperata dai granata. Tutino beccato subito in offside.

45′ Comincia la ripresa. Nella Salernitana fuori Kiyine e Gondo, dentro Anderson e Djuric.

A fine primo tempo, ai microfoni di RaiSport, ha parlato il club manager granata Alberto Bianchi: “Siamo partiti contratti ed impauriti. La tensione si sente e non abbiamo fatto bene. Vogliamo cambiare passo nella ripresa. Speriamo di smaltire la tensione in questo intervallo. Siamo tesi emotivamente, il caldo non c’entra. Il Pescara sta facendo bene, ma noi abbiamo un obiettivo troppo importante. Grassadonia? Si è parlato tanto, la stupidità delle persone non deve macchiare Salerno e i suoi tifosi. La maggioranza della tifoseria granata è vicina a Grassadonia e alla sua famiglia. Sono state azioni di due idioti isolati. Nel secondo tempo dobbiamo scioglierci, dobbiamo prenderci il nostro obiettivo. Seguiamo ciò che succede altrove, ma noi abbiamo la fortuna di avere il destino nelle nostre mani”.

In questo intervallo si scaldano Aya, Djuric e Anderson, Castori medita cambi. L’ex Lazio e il bosniaco entreranno ad inizio ripresa.

A fine primo tempo ha parlato ai microfoni di DAZN Leonardo Capezzi: “Non abbiamo fatto benissimo, il Pescara ha qualità. C’è tensione, dobbiamo cercare di fare un bel secondo tempo”.

45′ Finisce senza recupero la prima frazione. Granata contratti e irriconoscibili.

44′ Kiyine spreca un’altra palla e Ceter parte in profondità, Mantovani e Di Tacchio in tandem lo fermano.

44′ Gondo guadagna rimessa su lancio di Bogdan.

43′ Casasola riconquista palla, ma poi la gestisce male. Rinconquistano palla i padroni di casa, Bogdan bravo a chiudere su Masciangelo.

41′ Ottimo pressing della Salernitana che non permette al Pescara di impostare.

40′ Salernitana impaurita in questo primo tempo, finora due le occasioni da gol, entrambe pescaresi.

37′ Non sfrutta un corner la Salernitana.

36′ Imbucata di Casasola per Capezzi che cerca subito il cross basso, chiude la difesa di casa.

35′ Ci prova dalla lunga distanza di Kiyine, mura la difesa di casa.

34′ PALO PESCARA! Machin si incunea centralmente, ottenendo il dai e vai da Omeonga, la palla viene intercettata da Casasola e arriva sul secondo palo a Ceter che di piatto da due passi becca il palo.

32′ Altra imbucata tentata stavolta da Machin, e altro anticipo aereo di Gyombér su Ceter.

31′ Rimessa lunga in area di Jaroszysnki anticipo aereo di Volta su Gondo.

30′ Valdifiori ferma la ripartenza granata, commettendo fallo su Gondo.

29′ Palla morbida di Odgaard in area verso Ceter, ottimo anticipo aereo di Gyombér.

28′ Punizione in mezzo di Kiyine, palla troppo morbida, facile l’uscita di Fiorillo.

26′ OCCASIONE PESCARA! Odgaard scappa via sulla sinistra a Bogdan e calcia, palla però sull’esterno della rete.

25′ Il lancio in area di Gyombér, sponda aerea di Gondo verso Tutino che però viene anticipato da Volta.

24′ Proteste pescaresi per un tocco di mano di Di Tacchio che secondo Prontera non c’è. È Odgaard che viene ammonito.

23′ La Salernitana è brava a bloccare sempre sul nascere le sortite pescaresi.

21′ Gyombér insuperabile, il difensore anticipa Capone dal limite ed esce autorevolmente palla al piede, evitando anche il pressing di Odgaard.

19′ Cross dalla destra di Capezzi, mal calibrato però e che finisce alto.

18′ Tenta ancora il gioco palla lunga la Salernitana, stavolta è Casasola a lanciare per Tutino. Il nove non controlla.

16′ Mantovani tenta il lancio sull’out mancino, palla lunga e di difficile controllo per Tutino.

15′ Scontro duro tra Odgaard e Kiyine, entrambi però si rialzano.

14′ Il Pescara prova a farsi vedere in zona offensiva, difendono bene i granata.

10′ Casasola tenta un cross dalla destra, esce Fiorillo. Ripartono i granata ma Kiyine spreca un’ottima palla.

7′ Cerca lo schema la Salernitana: Kiyine non calcia e serve Jaroszynski che perde però l’attimo per calciare. Il polacco poi riesce a crossare, palla rigettata dalla difesa, Capezzi spara alto da fuori.

6′ Ottimo approccio della Salernitana che spinge sull’acceleratore. Altra punizione da posizione favorevolissima guadagnata.

2′ Conclusione di Kiyine, palla deviata in corner dalla barriera pescarese.

2′ Subito punizione guadagnata dalla Salernitana al limite dell’area per fallo su Gondo. Sul pallone Kiyine.

1′ Comincia la sfida, primo possesso per la Salernitana.

ORE 13:35. Squadre in campo per il riscaldamento. Urla e incitamenti continui su sponda granata, grande concentrazione da parte di tutti.

ORE 13:15. La Salernitana ha raggiunto poco più di mezzora fa lo stadio pescarese: c’è tutta la truppa, anche i calciatori non convocati come Coulibaly, Barone, Antonucci e Lombardi, tutti pronti a dare manforte al gruppo. La Salernitana è arrivata divisa in due autobus (in quello sociale allenatore e parte di staff con i convocati, in un altro il resto) dopo aver trascorso una notte tranquilla a Montesilvano. Tutto ok sotto il profilo dell’ordine pubblico, nessuna turbativa e trasferimento liscio dall’hotel allo stadio.

  • Novanta minuti separano la Salernitana dalla Serie A. Dopo aver battuto l’Empoli, i granata sono attesi dall’ultimo impegno della regular season. A Di Tacchio e soci “basteranno” tre punti per conquistare la promozione, ventitré anni dopo l’ultima volta. La storia può essere scritta allo stadio Adriatico ‘Giovanni Cornacchini’, dove la squadra di Castori – il quale tornerà in panchina dopo essere guariti dal Covid – affronterà il Pescara già retrocesso in Serie C. Una partita da vincere per raggiungere un traguardo storico, anche in memoria di Fulvio De Maio, scomparso nella giornata di ieri (i granata scenderanno in campo col lutto al braccio). Il tecnico marchigiano riproporrà ancora il 3-5-2: vanno verso la conferma Gondo e Tutino in attacco, con una possibile novità in difesa: Valerio Mantovani potrebbe far parte del terzetto completato da Bogdan e Gyomber. A centrocampo mancherà lo squalificato Coulibaly e torneranno dunque ad agire Capezzi e Kiyine ai lati di Di Tacchio, con Casasola e Jaroszynski sulle corsie laterali. I padroni di casa risponderanno col 4-3-3: davanti a Fiorillo agiranno Guth, Volta, Sorensen e Nzita. A centrocampo l’ex Busellato con Valdifiori e Machin mentre il tridente d’attacco sarà composto da Vokic, Odgaard e Capone. Dovrebbe infatti partire dalla panchina Giannetti, passato agli abruzzesi nel corso dell’ultima finestra invernale di calciomercato nell’affare che ha riportato Jaroszynski in granata.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News