Connect with us

News

A sbirciare la Primavera anche Peppino Pavone: “Ventura ha dato identità alla Salernitana”

A osservare la Primavera di Rizzolo sulle tribune del campo Volpe c’era anche Peppino Pavone, ex direttore sportivo della Salernitana. Oggi direttore generale della Cavese, Pavone sta iniziando a studiare i giovani per la prossima sessione di calciomercato: “Finito il mercato, adesso si comincia a osservare per il prossimo anno – ha detto Pavone ai nostri microfoni – In Primavera c’è sempre qualcosa da vedere, purtroppo dobbiamo guardare la Primavera 2 perché non possiamo competere con la categoria superiore mentre qui possiamo prendere qualcosa”.

Un occhio ai baby e anche uno ai più grandi: “Io auguro alla Salernitana e a Ventura ogni bene, però dico anche che il campionato di B si vince da aprile in poi. L’importante è mantenere le posizioni in alto e poi da aprile chi avrà più birra vincerà. Ventura ha sempre dato identità alle sue squadre ed ero abbastanza sicuro che l’avrebbe data anche alla Salernitana. Però in B vince anche chi ha più gamba e ritmo”.

Anche se nel mercato forse si poteva fare qualcosa in più: “L’Empoli aveva anche il paracadute e quindi più solidità economica. La Salernitana ha fatto bene a dar fiducia ai giocatori già in organico, anche perché non credo che La Mantia dell’Empoli possa spostare gli equilibri. A gennaio non arrivano giocatori che cambiano la squadra, la Salernitana ha fatto bene perché verte su una forza di gruppo preesistente”.

Direttore sportivo della promozione in A, Pavone sa quanto può dare entusiasmo Salerno ma sa anche quanto può essere dura la contestazione: “All’epoca con Casillo e Aliberti eravamo contestati anche noi, i tifosi contestano sempre perché vogliono il massimo. Io auguro a Lotito di essere contestato e di vincere il campionato. Secondo me la Salernitana può salire in Serie A, poi sarà un problema di Lotito ma ci sono i presupposti perché i granata possano vincere il campionato. Salerno è sempre stata una piazza bella e appetibile, ho tanti ricordi piacevoli e qualcuno spiacevole come la trasferta di Piacenza”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *





Advertisement
Advertisement

Altre news in News