Connect with us

News

Abbonamenti, confronto con le stagioni precedenti: rincaro maggiore in tribuna azzurra

La Salernitana ha da comunicato ieri sera i prezzi degli abbonamenti (clicca qui per leggere i dettagli). Balza subito agli occhi il rincaro rispetto ai costi fissati, settore per settore, dello scorso anno. Un divario che aumenta sensibilmente se si confronta la media tra il costo dell’abbonamento e il numero delle partite disponibili per la sottoscrizione dello stesso. Tuttavia, la situazione costi-benefici dello scorso campionato è stata sicuramente influenzata dal cambio di format di squadre partecipanti in corsa (da 22 a 19) con la società granata che si era basata su quello “classico”, definendo dunque la campagna per 19 gare casalinghe (e due giornate granata). Con il format a 19 squadre e, dunque, 18 gare casalinghe totali, la società granata non è poi riuscita a parificare il tutto: vi fu la promessa di un’amichevole di lusso mai disputata, dopo poche partite furono pure leggermente rivisti al rialzo i prezzi dei biglietti in alcuni settori. Alla fine, il club optò per tutelare gli abbonati eliminando la giornata granata. Magrissima consolazione, visto lo spettacolo desolante delle ultime gare interne di Schiavi e soci. Nel quinto anno consecutivo di cadetteria per i granata, si ritorna, per certi versi, agli stessi prezzi dei primi anni di B quando però il campionato era formato da 22 squadre (21 partite casalinghe, 19 per gli abbonati con due giornate granata): un numero di partite superiore rispetto a quanto pattuito quest’anno (20 squadre, 19 partite casalinghe, 17 per gli abbonati e due giornate granata).

IL CONFRONTO CON GLI ANNI PASSATI. Nelle prime tre stagioni di Serie B (2015-2016, 2016-2017, 2017-2018), la compagine granata aveva bloccato i prezzi senza presentare alcuna variazione: per la Tribuna Rossa Nord/Sud il costo del carnet intero era di 519 € (27.31 € media biglietto a partita) mentre ridotto € 423; per la Tribuna Verde Nord/Sud l’abbonamento intero aveva un costo € 423 (22.26 €), il ridotto costava 270; per la Tribuna Azzurra l‘intero era fissato a € 308 (16.21) ridotto a €174; per i Distinti Superiori ed Inferiori il costo del carnet intero € 231 (12.15) ridotto 135; infine, Curva Sud aveva come unica tariffa 155€ (8.15). 

Lo scorso anno la società ha abbassato i prezzi a livello di costi. Nel 2018/19 Curva Sud 125€ (tariffa più bassa in B, la media per partita è stata di poco inferiore ai sette euro: 6,98); per i distinti inferiori e superiori il costo del carnet intero era di 210 (11.66), ridotto 125; per la Tribuna Azzurra il costo era di 300 (18.33), ridotto 160; per la Tribuna Verde Nord/Sud il prezzo era di 400 (22,22), ridotto 250; infine, per la Tribuna Rossa Nord/ Sud era di 500 (27.77), ridotto 400.

Quest’anno, dunque, si torna a prezzi leggermente ritoccati verso l’alto con Curva Sud a 135 Euro (7,94), 240 Euro (14.11) per i distinti (135 i ridotti), 330 Euro (19.41) per la tribuna azzurra (160 per il ridotto), 420 € (24,70) per la tribuna verde (250 ridotto) e 520 (30.60 €) per la tribuna rossa vip (ridotto 400).

IL CONFRONTO CON GLI ANNI DI SERIE C. Curiosamente, in terza serie, i prezzi per la Tribuna Rossa erano molto alti rispetto a quelli attuali: l’abbonamento costava in Vip 612 euro, in Tribuna Rossa 490€. Di contro, data anche la categoria inferiore, negli altri settori c’era un minor costo rispetto ad ora, a partire dalla Curva a cui bastavano 115 euro per abbonarsi (media di 6.76 euro a partita). In sei anni la Tribuna Azzurra ha avuto un “aumento” di quasi 100 euro, passando dai 235 euro della Serie C ai 330 attuali.

E I “VECCHI ABBONATI”? Complessivamente negli ultimi anni presi in esame non vi è stata mai nessuna prelazione o iniziativa nei confronti dei vecchi abbonati. I Distinti sono il settore che quest’anno ha subito il rincaro più corposo, sia a livello di costo singolo del tagliando partita per partita (da 21 a 24 euro, ndr) sia per la media dell’abbonamento per numero di partite (dagli 11,66 dello scorso anno ai 14,11 di questa stagione). Tutti gli altri settori, come detto precedentemente, hanno quasi rispettato i numeri delle scorse stagioni in cadetteria.

Di seguito i confronti con i vari anni, a partire dall’ultimo di C, fino ai successivi campionati di B:

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News