Connect with us

Serie B

Albanese (pres. Palermo): “Dispiace per la città, speriamo nella giustizia. In caso di C difenderemo i nostri colori in tutte le sedi”

Non si è ancora placata la tempesta che ha investito la Serie B. Si aspetta la pronuncia del Collegio di Garanzia del Coni sulla questione playout e della Corte Federale D’Appello sulla situazione del Palermo. Quest’ultima dovrebbe arrivare domani. A commentare la questione ai microfoni di Radio Alfa è stato il presidente dei rosanero Alessandro Albanese: “Io mi aspetto una giustizia equa, ovvero già applicata negli ultimi anni per gli stessi casi. La società è stata completamente assolta dal punto di vista civile e questo va considerato. Naturalmente poi conta anche che c’è una società nuova, con un management nuovo che ha voglia di fare bene in questo campionato. Speriamo che il verdetto sia favorevole, ma naturalmente ci rimettiamo alla giustizia sportiva. Attendiamo con compostezza e dignità. Il Palermo ad oggi ha subìto tanti danni e ci sono molte contromisure da poter prendere. Il caos comincia dalla B a 19 squadre e ciò non è normale. Io sono contrario a chi vuole colpevolizzare la Salernitana o altre squadre. Per me le squadre sono tutte uguali e importanti e rappresentano le loro città. Però i campionati andrebbero vinti o persi sul campo. Qui però non esiste una responsabilità oggettiva. Sulla questione dei bilanci gonfiati la Corte di Cassazione ha emesso una sentenza che porteremo al Tribunale Federale che ha i suoi tempi. Aspettiamo il verdetto. Dispiace per la nostra realtà, per i tifosi, per la città che sarà privata del calcio che conta, per l’eventuale smantellamento del settore giovanile. Ci saranno danni sia dal punto di vista sociale che economico. La tifoseria finora è stata composta anche nel farsi sentire, come sempre hanno fatto i palermitani. Qui si sta tradendo lo spirito dello sport, alcuni passaggi andavano fatti prima con buonsenso”. Un chiarimento poi sulle eventuali azioni successive: “In caso di sentenza che ribadisca la Serie C andremo avanti col terzo grado della giustizia sportiva e valuteremo azioni legali. Non si possono avere vuoti negli interventi, questo è un problema. Le cose fatte alla fine sembrano fatte apposta e questo non va bene. In caso di sentenza afflittiva con una penalizzazione valuteremo con legali e proprietà come regolarci”. Chiosa finale con un parere su annullamento o disputa dei playout: “La classifica a 19 squadre è stata qualcosa di dannoso. Io vorrei una B a 20 o 21 squadre, quindi non servirebbe giocare ai playout e magari si potrebbero riammettere squadre. Mi auguro un Palermo-Salernitana in Serie B”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Advertisement
Advertisement

Altre news in Serie B