Connect with us

News

Alla ripresa ci sarà l’ostacolo Palermo capolista. Ds Foschi: “Siamo forti, sogno Barbera a festa”

Obiettivo Serie A diretta per il Palermo che chiude il girone d’andata in testa alla classifica con 37 punti. Dopo la delusione dell’anno scorso, il team rosanero proverà a centrare quest’anno il ritorno nella massima categoria. Con una nuova proprietà – quella inglese – e rinnovate motivazioni. Sarà proprio la formazione siciliana a battezzare il 2019 calcistico della Salernitana il 18 gennaio al Barbera.

“Non è tanto importante essere campioni d’inverno ma aver fatto 13 risultati utili, essere uno dei migliori attacchi e avere la miglior difesa del torneo. Tutti dati positivi, continuiamo così perché abbiamo dimostrato di essere una squadra compatta e organizzata. Ora ci riposiamo e dall’8 gennaio, alla ripresa, penseremo a come affrontare nel migliore dei modi il girone di ritorno”, commenta mister Roberto Stellone. Dal suo arrivo, in luogo di Tedino, il Palermo ha ricominciato a volare.

“La squadra all’inizio si è compattata, gruppo composto da ragazzi seri rimasti delusi dalla passata stagione, vogliono acquistare quanto perso l’anno scorso con impegno e massima professionalità. I risultati aiutano tanto a migliorare, dobbiamo stare attenti a non esaltarci, né a deprimerci se arriveranno sconfitte – il pensiero espresso a capodanno dal ds palermitano, Rino Foschi, al canale ufficiale rosanero – Stellone? Giudico bene il suo operato, il gruppo lo conosceva già e lui aveva già conoscenza dei giocatori. Si è fatto capire, era quello che i ragazzi desideravano: senza nulla togliere a Tedino, il feeling è maggiore. Sogno il Barbera vestito a festa, mi emoziona solo a ripensare a quello di un tempo. So che sono cambiate tante cose, la vita è più difficile anche per chi va a staccare il biglietto. Ma i sogni si possono realizzare, sarebbe la cosa più bella della mia carriera. Gennaio dovrà essere sereno, bisogna solo cercare di andare avanti come fatto oggi. Confido molto in questo gruppo, non credo ci siano molti ritocchi. Quali antagoniste per la promozione? Tutte, poi c’è sempre la sorpresa in una Serie B particolare e difficilissima, L’approccio al girone di ritorno conterà tantissimo, perché le squadre che non sono attrezzate si rinforzeranno sul mercato e bisognerà stare attenti. Sappiamo di avere un buon organico, siamo padroni del nostro destino. Dobbiamo credere in noi stessi, siamo forti”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News