Connect with us

News

Amarcord Salernitana-Lecce, Schiavi e Gregucci uniti nel destino. Riecco Coppola e Palombi

Emozioni all’ingresso in campo, momenti amarcord e sorrisi nostalgici. Poi, però, inizierà Salernitana-Lecce e in campo sarà battaglia vera. Big match all’Arechi domani alle 18, i granata sono chiamati alla vittoria contro la rivelazione del campionato per accorciare in classifica sui rivali e credere ancora di più nei playoff.

Non ci sarà a guidare la difesa Raffaele Schiavi, che con ogni probabilità partirà dalla panchina a causa della fascite plantare che lo ha messo ko già per la gara di Palermo. Un’altra assenza, questa volta con più rammarico per il capitano granata. Schiavi è nato nella Salernitana, ma la sua formazione calcistica l’ha avuta a Lecce. Arrivato a luglio 2005, il difensore metelliano è stato un tassello importante della difesa dei salentini. A momenti alterni. Prima sei mesi fino a gennaio 2006, poi l’intera stagione successiva. Infine il ritorno nel 2009/2010: 90 presenze, tanti ricordi e 2 reti ufficiali.

Schiavi fu scoperto da Gregucci che lo fece esordire con la prima squadra della Salernitana. E poi fu lo stesso Gregucci a portarselo con sé a Lecce, in quel luglio 2005. L’avventura dell’attuale tecnico della Salernitana sulla panchina di Via del Mare, però, è durata pochissimo: 2 punti in 6 partite ed esonero già a settembre. C’è anche Sedrick Kalombo tra gli ex di giornata nelle file granata. L’esterno ex Gubbio, che si sta allenando con la Salernitana ma che non è stato ancora integrato in gruppo, conta 4 presenze in giallorosso in due esperienze differenti: la prima per qualche mese nel 2013, la seconda nel 2015 per tutta la prima parte di stagione.

Due ex granata, invece, tra le fila del Lecce: uno in campo e uno in panchina. Visti i problemi che hanno afflitto La Mantia, a guidare l’attacco di Liverani domani dovrebbe esserci Simone Palombi. Il frutto del settore giovanile della Lazio non ha proprio lasciato un piacevole ricordo ai tifosi della Salernitana. Arrivato lo scorso gennaio, Palombi ha giocato 14 volte segnando un solo gol (forse). E comunque senza mai incantare. La sua miglior partita all’esordio, contro il Venezia, dove è ancora in discussione la marcatura del terzo gol granata: l’ultimo tocco sembra di Alessandro Rossi, anche se la rete è stata assegnata allo stesso Palombi. Le successive 13 volte che è stato chiamato in causa, però, Palombi ha deluso e la Lazio ha deciso di girarlo in prestito altrove. Il Lecce si è fatto avanti e l’impatto è stato devastante: 6 gol stagionali, più di tutti i calciatori della Salernitana. L’ultimo, però, a metà novembre contro il Cosenza e il digiuno gli ha fatto anche perdere qualche posto nelle gerarchie di Liverani.

Il tecnico del Lecce domani sarà regolarmente in panchina, anche se fino a questo pomeriggio era certa la sua squalifica. E così il suo vice perderà la possibilità di guidare il Lecce contro una sua ex squadra. Continuerà a lavorare come secondo Manuel Coppola, ex centrocampista che ha ormai smesso da due anni. Coppola ha giocato a Salerno nella stagione 2004/2005, quella di Gregucci: 34 presenze e nessun gol, ma un’importante salvezza conquistata sul campo. Coppola era molto giovane (22 anni), la sua carriera partì proprio da Salerno. E con Salerno Coppola non si è lasciato molto bene. Ruggini con la tifoseria e anche quel commento social dopo Ternana-Salernitana 4-0: “Mangia poco oggi che ancora devi digerire le 4 polpette di ieri!”, scrisse a un supporter granata. Non proprio l’ex più rimpianto all’ombra di Via Allende.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News