Connect with us

News

Amichevoli in ritiro anche contro dilettanti, possibile svolta. Per assistere occorrerà prenotarsi

Potrebbero essere Matelica e Fermana (clicca qui per leggere l’articolo), entrambi club di Serie C, le prime avversarie della Salernitana in ritiro a Sarnano. Nelle ultime ore, però, sembrano essersi aperti degli spiragli riguardo l’organizzazione di sgambature contro formazioni dilettanti, sulla carta (stando al regolamento della ripresa post lockdown) non consentite perché occorre il rispetto del protocollo anti Covid per tutti gli atleti che scendono in campo. Si va verso un ammorbidimento.

Per quanto concerne le amichevoli precampionato, infatti, ad oggi la Figc non ha ancora emanato un regolamento vero e proprio. Come detto, si viaggia con gli stessi criteri che hanno accompagnato le squadre nella ripresa post lockdown. Gli sparring partner, dunque, dovrebbero essere professionisti in regola con il protocollo anti Covid (tamponi ogni 4 giorni, etc). C’è però qualche speranza di poter inserire nei ritiri delle sgambature contro dilettanti, per rispettare la necessità delle squadre di partire contro avversari “soft”. La Lazio, ad esempio, ha già annunciato tre delle cinque amichevoli previste ad Auronzo contro selezioni dilettantistiche di crescente livello, prima dei test contro Padova e Vicenza. La società organizzatrice del ritiro biancoceleste è la Media Sport Events, la stessa che per il romitaggio di Sarnano collaborerà con la Salernitana. Dunque, non è da escludere che possa essere trovata una soluzione anche nelle Marche per disputare sgambature amichevoli con la massima sicurezza e nel rispetto dei dettami del governo. Una selezione di atleti del Sarnano Calcio (militante in Seconda Categoria) potrebbe dunque tornare in auge, ancor più perché non si tratterebbe di un’amichevole ufficiale. Occhio anche all’ipotesi Tolentino, club militante in Serie D che Castori ha allenato per sei anni, portandolo dall’Eccellenza alla C2.

A tal proposito, si discute anche con l’autorità prefettizia per quanto concerne l’eventuale affluenza di pubblico: l’ultimo DPCM prescrive l’apertura degli impianti per eventi minori (e un massimo di mille persone) dall’1 settembre, ma potrebbero esserci deroghe per anticipare la data a livello regionale. Le amichevoli “ufficiali” sarebbero comunque a pagamento e con un sistema di prenotazione dei posti in modo da evitare assembramenti.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *





Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News