Connect with us

News

Arechi quasi sold out con la Dea. Riecco gli ultras in Curva Sud

Sold out vicino anche per Salernitana-Atalanta. Nella giornata di oggi sono quasi terminate le scorte di biglietti per la prossima gara dei granata, ultime disponibilità in tribuna. Già ieri la Curva Sud aveva fatto registrare il tutto esaurito e pian piano anche gli altri settori stanno raggiungendo il massimo della capienza… dimezzata. Nel pomeriggio ulteriori scorte, subito polverizzate.

Tornano gli ultras

Insomma, saranno oltre 13mila i tifosi anche contro gli orobici. Nell’occasione dovrebbe esserci il ritorno dei gruppi ultras sui gradoni della Curva Sud dopo un’assenza durata due partite casalinghe, quella di Coppa Italia con la Reggina e quella contro la Roma. La decisione è stata resa pubblica con una nota e seguirà quella già annunciata in occasione della presentazione della rosa granata (clicca qui per leggere l’articolo): “ECCOCI A MODO NOSTRO. DOPO AVER MONITORATO LA SITUAZIONE DELLE PRIME GIORNATE DI CAMPIONATO,E AMPIAMENTE DISCUSSO SUL DA FARSI,GLI ULTRAS DELLA SALERNITANA,HANNO DECISO DI RITORNARE SUI GRADONI AL FIANCO DELLA SQUADRA,PER AMORE DELLA MAGLIA E DELLA CITTÀ. FORZA SALERNITANA SEMPRE SEMPRE SEMPRE! CURVA SUD SIBERIANO SALERNO”.

Il cambio di orientamento

Insomma, un cambio di rotta anche a Salerno dopo che pure altre piazze hanno manifestato l’intenzione di rivedere l’iniziale decisione di disertare proclamata solo un mese fa a causa delle restrizioni anti Covid che avrebbero limitato strumenti e modalità del tifo. Sulla carta, perché nei fatti le sedute a scacchiera non sono rispettate da nessuna parte. Non mancano anche le bandiere e per quanto concerne i tamburi… si può far di necessità virtù. Insomma, il divieto di introduzione di strumenti del tifo e di assembramenti aveva tenuto alla larga i gruppi. “Distanziati, seduti, senza bandiere e striscioni: no, proprio non si può. A queste condizioni la nostra presenza non ha alcun senso”, c’era scritto nella nota congiunta della curva sud Siberiano un mese fa. In ogni stadio italiano, che si trattasse di ultras oppure no, in qualsiasi settore, si è visto tutto tranne che un rispetto rigoroso di tali prescrizioni. In alcuni casi, va detto, sono fioccate multe come al Maradona di Napoli. A Reggio Calabria gli ultras hanno già annunciato che torneranno, a Genova – sponda Sampdoria – ci sarà una riunione domani che potrebbe partorire modifiche all’orientamento, per non parlare di altre tifoserie che non hanno mai rinunciato ai gradoni.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News