Connect with us

News

Auguri granata dal Sindaco di Salerno. E quello di Avellino lancia frecciate…

Il 19 giugno per Salerno non è mai una data qualsiasi. La Salernitana unisce, da sempre, e nel giorno del suo 102° compleanno la cittadinanza si ritrova virtualmente e non solo ancora più cementata per festeggiare il club cittadino, atteso da uno snodo societario cruciale e con all’orizzonte un torneo di massima serie da disputare. Anche il primo cittadino Enzo Napoli ha reso omaggio alla “Bersagliera” con un post sui suoi profili social, dove si fa riferimento al senso di appartenenza per i colori granata: “Salerno e la Salernitana. Una grande storia di passione granata dal 19 giugno 1919. Un legame che attraversa le generazioni e ci rende protagonisti, tutti insieme, di avventure meravigliose. Grazie per la Serie A, meraviglioso regalo di compleanno alla nostra amata Salerno. Sapremo difenderla con tutte le nostre forze. Sempre e solo per Salerno. Macte Animo”.

Da un primo cittadino all’altro, perché ieri ad Avellino è stata la giornata di presentazione della nuova stagione calcistica, dove l’obiettivo dichiarato è stato l’assalto alla cadetteria. Tra le motivazioni, inutile nasconderlo, c’è anche il desiderio di ridurre il gap di due categorie con i cugini granata. Ha quindi preso la parola anche il Sindaco Gianluca Festa, che ha lanciato una frecciata alla Salernitana, senza nominare il club granata: “Tutti sogniamo il grande obiettivo, prima la B e poi la A. Ma dietro ogni grande obiettivo c’è un progetto, e il progetto c’è – riporta Ottochannel – Serve una proprietà solida, e c’è; serve qualche plusvalenza importante, e la faremo. In campo non ci va il blasone, ma quest’anno abbiamo giocato a calcio, siamo stati organizzati. Il nostro è un girone completato, ma abbiamo una struttura forte. Noi non avevamo bisogno di un uomo solo al comando, quello c’è già al Comune… Grazie all’impegno dell’intera comunità vedrete, col tempo, rispetto alla squadra di qualche città vicina, senza fare riferimenti (la Salernitana, ndr), che l’Avellino non tornerà in Serie A pro-tempore. Perché? Non c’è un progetto serio che si possa reggere su basi non solide”.

Rimane quindi deluso chi si aspettava solidarietà e supporto dalle altre realtà regionali per una promozione che dà lustro a tutta la Campania.

1 Commento

1 Commento

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News