Connect with us

Giovanili

“Basta scommesse su gare dei minori”: passo decisivo del Governo, stop a ‘bollette’ sulla Primavera

Il Parlamento italiano ha approvato la ratifica della Convenzione di Magglingen sulle scommesse: ciò significa che dal prossimo anno, assieme ad altri 34 paesi, anche l’Italia vieterà le scommesse su gare sportive che vedono protagonisti i minori. Un esempio chiaro è rappresentato dalla possibilità, in atto nelle ultime quattro stagioni sportive, addirittura di effettuare regolari puntate sugli esiti delle partite dei campionati Primavera di calcio a cui ha partecipato anche la Salernitana. Giusto porre un argine alla deriva di un calcioscommesse che – se in passato ha visto scandali nei campionati professionistici – a maggior ragione non dovrebbe neppure sfiorare fasce più deboli e manipolabili.

Insomma, da un lato gli incontri contro il match fixing organizzati da leghe e Figc per sensibilizzare i giovani, dall’altro le libere puntate su gare di campionati non ancora considerabili professionistici, con in campo atleti ancora da formare e soprattutto con discrepanze evidenti sui valori delle squadre in competizione. “Siamo stati velocissimi nell’approvazione della norma, merito di maggioranza e opposizione. Devo ringraziare tutti – ha affermato al Corriere della Sera il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri con delega allo sport, Giancarlo GiorgettiLa Convenzione di Magglingen, alla quale hanno aderito 35 Paesi, avrebbe dovuto diventare operativa nel momento in cui 5 di questi Paesi l’avessero ratificata. Noi siamo stati il quinto e, non appena ci sarà la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, diventerà esecutiva per tutti i 35 Paesi. Insieme con l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli faremo in modo che dalla prossima stagione vengano sospese le scommesse su partite che riguardano i minori. Non sarà solo vietato scommettere sui campionati “dei” minori ma anche sui campionati minori, su quelle partite dove il controllo è minore e la possibilità di giocate illegali alta. In pratica chiederemo una certificazione di qualità alle federazioni. Stiamo anche valutando la possibilità di segnalare flussi anomali di scommesse agli organi di disciplina sportiva”.

 

 

 

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement
Advertisement

Altre news in Giovanili