Connect with us

News

Benevento, Cosenza e… l’ombra dei ricorsi, Gravina: “Non li escludo e non li temo”

L’accettazione del trust della Salernitana da parte della Figc porterà certamente strascichi. Lo stesso Gravina, nella conferenza stampa a margine del Consiglio Federale, lo ha confermato: “Non temo ricorsi, mi attengo a quelli che sono i fatti, il Benevento ha mandato una diffida con richiesta accesso agli atti che non sarà impedita perché bisogna lavorare con massima trasparenza, abbiamo seguito criterio che ha posizionato al primo posto il valore sportivo di una realtà nel rispetto delle norme, sancito a chiare lettere. Benevento o terzi hanno tutto il diritto di poter chiedere verifiche o comunque tutelare propri interessi”. In caso di non accettazione del trust e conseguente esclusione della Salernitana dal campionato di massima serie, in base all’articolo 49 comma 5 delle Noif, il Benevento avrebbe potuto usufruire di ripescaggio. Nulla di tutto questo ai fatti. La posizione granata è solida, ma il club giallorosso non demorde. I sanniti infatti hanno già inviato una diffida alla Figc, chiedendo di visionare gli atti, in modo da studiare la situazione e valutare la possibilità di reclamare un posto in massima serie in luogo proprio del cavalluccio marino. A tal proposito però va chiarito che la Salernitana ha rispettato il termine dell’iscrizione al 28 giugno avendo presentato la prima proposta di trust tre giorni prima, manifestando dunque la volontà di cedere le quote prima di aprire la fase di istruttoria per rendere il trust realmente “blind”. Il Benevento dunque non potrebbe appellarsi in tal senso. I sanniti potrebbero comunque rivolgersi prima al Coni e poi al Tar. Il Cosenza è pronto a seguire a ruota per la riammissione in B. Ufficialmente dai due club nessun comunicato, ma le riflessioni sono in corso. I due patron, Vigorito e Guarascio, sono in ottimi rapporti; il presidente sannita potrebbe ascoltare prima i propri legali e poi valutare l’azione, stesso discorso per quello rossoblu. Nei fatti l’unica società a dover fare ricorso sarebbe il Benevento e, in caso di accettazione, ne gioverebbero in automatico il Cosenza (ripescato in B) e la Cavese (ripescata in C), con la Salernitana relegata nei dilettanti. La Federazione non negherà la trasparenza al Benevento, ma ci ha tenuto a sottolineare la tutela del merito sportivo per la Salernitana che ha risposto in maniera positiva alle sollecitazioni sul trust. Chissà che non si prospetti, per i terzi interessati, una battaglia contro i mulini a vento.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News