Connect with us

News

Breda scommette su Bogdan e Jaro: “Faranno bene anche in A. Non nomi, ma gente mentalizzata”

Serve tanto ancora a questa Salernitana, che ha messo in moto la macchina del mercato da qualche giorno e sta sudando a Cascia agli ordini di Castori certamente non completa. Come fare ad affrontare un ritiro – siamo a metà del percorso – con una squadra pronta al 30%? Risponde Roberto Breda, cuore granata che parla in prima persona plurale, da salernitano d’adozione, intervenendo ai nostri microfoni: “Per come si erano messe le cose va bene anche così, era una situazione anomala, abbiamo rischiato anche il peggio, importante è che si sia sistemata. Sarebbe l‘ideale vendere il prima possibile, in modo da far sì che la nuova proprietà possa intervenire sul mercato. Sarà un anno un po’ particolare, bisognerà cercare di fare ugualmente un calciomercato importante; la serie A è difficile, bisogna rinforzare la squadra”.

I volti nuovi

“Per il tipo di calcio che fa Castori non credo siano importanti i grandi nomi, lui ha avuto l’esperienza di Carpi dove cercarono di fare un certo tipo di mercato: presero gente come Borriello, poi tornarono sui loro passi. Uno come lui, per far bene, ha bisogno di gente mentalizzata, che abbia entusiasmo e voglia di seguire il tecnico in tutto e per tutto, le scelte fatte finora credo che siano su questa linea, quella che ha permesso alla Salernitana di andare in a dopo tanti anni, cercando di inserire giocatori che abbiano fisicità e migliorare il tasso tecnico soprattutto nel reparto offensivo”, aggiunge Breda, regista dei bei tempi negli anni novanta. Castori ha chiaramente detto di volere lì in mezzo elementi che abbinino bravura tecnica a capacità di correre il triplo degli avversari: “Lui fa un calcio molto verticale, non fraseggiato. In serie A cercherà questi sviluppi ancora di più. non vuol dire che non debbano esserci centrocampisti tecnici ma devono avere anche una grande fase difensiva e di interdizione. Obi è uno che ha fatto la Serie A ed ha le caratteristiche che piacciono a Castori”. Breda ha allenato in passato Bogdan e Jaroszynski, rispettivamente a Livorno e Pescara. “Luka la Serie A l’ha sempre voluta, anche il fatto di venire a Salerno era per cercare questo obiettivo, ha grande voglia di misurarsi con la massima serie, se sta bene fisicamente ha le caratteristiche per poterla fare, come Jaroszynski. Secondo me Pawel deve aumentare la sua autostima, ha tutto per fare la Serie A e a volte l’unico che non ci crede tanto è proprio lui, è un bravissimo ragazzo oltretutto e spero che anche lui sfrutti al massimo questa opportunità”, dice il trainer trevigiano, che ha anche avuto occasione di avere alle sue dipendenze Alberto Cerri, accostato all’ippocampo in questo mercato: “Ancora non ha dimostrato pienamente le sue caratteristiche in A, con me fece un gran campionato a Perugia facendo un grande lavoro e un sacco di gol. Djuric è un giocatore un po’ simile, averli tutti e due in squadra non so se possa essere una giusta scelta. Se resta il bosniaco forse bisogna cercare qualcosa di diverso”.

Il messaggio ai tifosi

“Questa promozione nata in un anno particolare, senza pubblico, con gli strascichi del Covid: hanno fatto di tutto per far passare la voglia alla gente. Sono convinto che quando inizierà il campionato, a prescindere da come andrà a finire, e speriamo di rimanerci cent’anni, il pubblico di Salerno risponderà presente. Misurarsi con i più forti è una grandissima soddisfazione, sono certo che la tifoseria tornerà a fare quello che sa fare. Sono mesi particolari, bisogna ancora trovare un po’ di chiarezza ma non vuol dire che l’anno sia condizionato. L’anno scorso iniziò tra mille problemi con una disaffezione altissima nei confronti della società, eppure ciò ha fatto cementare il gruppo ancora di più, raggiungendo un traguardo incredibile. Non è detto che la stagione sarà negativa, godiamoci questa serie A e vedremo cosa riuscirà a fare la squadra”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News