Connect with us

Calciomercato

Calaiò-Salernitana, contatti proseguono: si ragiona su un anno e mezzo di contratto, gli aggiornamenti

Tutti sotto osservazione. O quasi. L’attacco della Salernitana fin qui ha deluso e sarà oggetto di attente valutazioni nelle residue gare da disputare da qui al giro di boa. L’unico ad aver lasciato il segno è stato Riccardo Bocalon, seppur tra fisiologici alti e bassi ed un utilizzo col contagocce soprattutto in avvio. Hanno deluso Milan Djuric e Lamin Jallow. Il bosniaco è ancora a secco e sembra lontano parente del gigante che spadroneggiava sul piano fisico ed atletico a Cesena, pur senza segnare gol a raffica. Ha deluso anche il gambiano cui Colantuono sta riservando un protocollo di lavoro personalizzato rispetto ai compagni per recuperare la miglior forma fisica. Singolare che ciò accada ad un mese dalla fine del girone d’andata. Ma tant’è. Jallow potrebbe salutare la compagnia già a gennaio, a meno che non riesca ad invertire il trend sul piano realizzativo ma soprattutto delle prestazioni. Diverso il discorso per Agustin Vuletich: l’argentino non ha incantato ma potrebbe restare come comprimario. E’ un pupillo del diesse Fabiani, ha mercato all’estero (Messico e Colombia) ma vorrebbe rimanere in Europa e lascerebbe Salerno soltanto per una squadra di B italiana o spagnola.

Capitolo entrata. Sensibili passi avanti per Emanuele Calaiò. I contatti tra la dirigenza granata e l’entourage del calciatore sono frequenti, quasi quotidiani. Il bomber classe ’82 lascerà Parma a gennaio dopo aver scontato i sei mesi di squalifica per il caso Spezia. In Emilia percepisce un ingaggio robusto (circa 300mila euro netti a stagione) che scadrà a giugno. La Salernitana dovrebbe coprire una parte residuale dei prossimi sei mesi e mettere sul piatto un ulteriore anno di contratto fino al 2020. Dal punto di vista economico l’affare insomma pare fattibile. Ancor più perché più volte l’Arciere ha manifestato l’intenzione di riavvicinarsi a Napoli dove risiede stabilmente con la famiglia. Su di lui tre club di B (Cremonese, Benevento e Foggia) oltreché l’ambizioso Monza di Berlusconi e Galliani. La priorità di Calaiò è Salerno e la Salernitana per quella che sarebbe l’ultima affascinante sfida della sua lunga carriera.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in Calciomercato