Connect with us

News

Caso Billong, oggi nuova udienza al Collegio Arbitrale: Salernitana chiede licenziamento

Dopo il primo tentativo di conciliazione andato prevedibilmente a vuoto (clicca qui per leggere l’articolo), la Salernitana presto conoscerà il destino della querelle con il difensore Jean Claude Billong. Oggi infatti ci sarà una nuova udienza dinanzi al Collegio Arbitrale della Figc, rigorosamente in videoconferenza, per arrivare a una decisione: il club chiede il licenziamento per giusta causa, il calciatore francese spera in un’ammenda. La sentenza dovrà poi essere pubblicata nel giro di pochi giorni. A rivelarlo è il quotidiano Il Mattino nell’edizione odierna.

La vicenda dell’ex calciatore del Benevento, ormai granata perchè ceduto dai sanniti l’estate scorsa in prestito biennale con obbligo di riscatto, risale ai giorni che precedettero Salernitana-Empoli: durante un controllo nella sua stanza in ritiro all’Hotel Commercio di Battipaglia, infatti, la dirigenza appurò la sua assenza. Billong fu trovato altrove in compagnia. Da allora è stato messo fuori rosa con stipendio congelato. La Salernitana vorrebbe tagliare il suo contratto, peraltro a cifre importanti e dopo un campionato tutt’altro che memorabile disputato dal giocatore. Oggi l’udienza telematica vedrà intervenire l’avvocato Gianmichele Gentile per la Salernitana da Roma e il legale di Billong da Lecce; poi, sarà il turno degli arbitri che – se non riusciranno a far trovare una decisione congiunta ai due contendenti – dovranno poi prendere una decisione e pubblicare a giorni la sentenza, comunque prima dell’inizio del campionato. La Salernitana attende e spera in un risparmio cospicuo, Billong dal canto suo fa altrettanto e cerca di trovare un paracadute: se il Collegio Arbitrale desse ragione alla società dell’ippocampo, per il centrale francese potrebbero aprirsi le porte della massima serie turca (clicca qui per leggere l’articolo).

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News