Connect with us

News

Caso Cosenza, Gentile ottimista: “Punti in cassaforte, tifosi possono stare tranquilli”

Dopo aver “digerito” il caso della partita fantasma con la Reggiana, la Salernitana si ritrova a fare i conti con un’altra grana di giustizia sportiva. Ieri il Giudice Sportivo della Lega B non ha omologato il risultato della partita vinta a Cosenza per il caso dell’espulsione comminata al giocatore rossoblu, inizialmente ammonito per l’irregolarità nell’ingresso in campo (clicca qui per leggere l’articolo).

Allo stesso tempo l’avvocato Battaglia, oltre a squalificare per una giornata il calciatore, ha comminato una multa di 5mila euro al Cosenza per la gestione dei cambi. Il ds del Cosenza parla di errori clamorosi ma il legale della Salernitana, Gian Michele Gentile, non è dello stesso avviso.

“Il presupposto di non omologazione è il riconoscimento della innocenza dei comportamenti, dei fatti contestati ai tesserati” ha spiegato al Mattino Gentile che ha poi aggiunto: “Se, però, do la sanzione, compresa squalifica, come faccio poi a dire che la partita è stata condizionata da fatti che già punisco, pronti via? Aspettiamo di vedere che cosa produrrà il Cosenza, in questo momento ci compete solo l’attesa”.

Da parte dell’avvocato traspare un cauto ottimismo: “La mia convinzione, però, è che la Salernitana abbia già i punti in cassaforte. Non c’è giurisprudenza e non c’è logica che ci conducano ad immaginare un andamento di segno diverso rispetto a quanto il campo ha già sentenziato. Non c’è uno scambio di persona, non siamo di fronte ad un fatto che grava sull’esito della partita. Noi siamo tranquilli e i nostri tifosi devono fare altrettanto”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News