Connect with us

News

Caso Pescara, la B nel caos. Assemblea d’urgenza: le ipotesi

La complicata situazione Covid in casa Pescara potrebbe cambiare i piani del finale di stagione in Serie B. È notizia di poco fa della  convocazione di una assemblea straordinaria domenica alle 15. In serata infatti il consiglio direttivo di Lega B si è riunito, alla presenza del presidente Mauro Balata, del vicepresidente Galliani e dei consiglieri Sticchi Damiani (Lecce), Neri (Ascoli), Lovisa (Pordenone) e Salerno (Reggiana), per discutere la possibilità di stoppare il torneo dopo la disputa della 34ma giornata. L’intento è quello di attendere che si risolva la situazione in casa Pescara e che si recuperino anche Pordenone-Pisa (27 aprile) ed Empoli-Chievo (forse il 28 aprile). La società biancazzurra è stata stoppata dall’ASL fino al 26 aprile e non potrà scendere in campo contro Entella, Cosenza e Reggiana. Per la sfida contro i liguri il Pescara spenderà ovviamente il jolly rinvio, con probabile rinvio delle altre due.

Una decisione che ovviamente dovrà essere approvata dall’assemblea, ma con molte società probabilmente non favorevoli, tra queste anche la Salernitana, soprattutto per gli impegni che attenderanno i nazionali granata. Il sodalizio campano spinge per il normale prosieguo del torneo. Tra le altre proposte al vaglio anche quella di stoppare il torneo dopo la disputa anche della 36ma giornata: il Pescara giocherebbe il jolly per il match con l’Entella e non giocherebbe i match contro Cosenza e Reggiana, con una ragionevole decisione in tempi stretti da parte della giustizia sportiva sulla scorta di quanto accaduto per Empoli-Chievo. Il sodalizio di Grassadonia recupererebbe queste tre partite nell’arco delle due settimane a cavallo con il primo maggio e poi dal 7 maggio si tornerebbe a giocare con la 37ma (l’11 maggio l’ultima di campionato?) attendendo così la fine dell’isolamento del Pescara. Ma qualsiasi cosa dovesse accadere, la minaccia di diversi club è quella, tanto per cambiare, di ricorrere alla giustizia sportiva. L’intento della Lega B è comunque quello di chiudere la regular season, grosso modo, nei tempi previsti, comprimendo ancor di più il calendario per non far slittare playoff e playout. O, se ciò dovesse accadere, di farlo solo di pochissimo. L’ultima giornata è prevista per il weekend del 7 maggio, il 10 maggio i preliminari playoff. Tante le ipotesi al vaglio, non sarà facile mettere tutti d’accordo.

Se si considera l’inizio di Euro 2021 l’11 giugno, preceduto da impegni amichevoli delle nazionali, con molti calciatori impegnati in Serie B, tra cui tre della Salernitana, sarebbe molto complicato per vari club arrivare a giocarsi partite decisive senza gli elementi migliori. Restando in casa granata, ad esempio, la Slovacchia di Gyombér dovrebbe sfidare l’1 giugno la Bulgaria e il 6 giugno l’Austria, la Slovenia di Belec sarà impegnata il 29 maggio contro la Macedonia del Nord e il 4 giugno contro Gibilterra e l’Albania di Veseli se l vedrà il 5 giugno contro il Galles e l’8 giugno contro la Repubblica Ceca. In condizioni normale sarebbe stato un tour de force, se dovessero cambiare ovviamente i tempi diventerebbero sempre più stretti. Ancora una volta è il Covid a decidere i destini dei campionati.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News