Connect with us

News

Castori ritrova la Serie A dopo l’ingiustizia di Carpi. E la media punti…

La Serie A conquistata dalla Salernitana quasi due mesi fa ha una firma ben precisa. È quella di Fabrizio Castori che tornerà ad allenare in massima serie a cinque anni di distanza dalla prima ed unica esperienza sui campi della prima divisione nazionale. Un risultato che premia il tecnico marchigiano del tanto lavoro svolto che non sempre è stato ripagato. Un sogno, quello di tornare in Serie A, coltivato in silenzio da Fabrizio Castori che nel corso della stagione terminata lo scorso 10 maggio ha più volte rimarcato il rimpianto per non aver potuto esprimere completamente le sue idee in Serie A.  “Quando ho confermato le squadre anche nelle categorie superiori non sono mai retrocesso, ci tengo a dirlo; nemmeno col Carpi in Serie A perché lì la mia media punti era da salvezza” ha ribadito più volte il trainer granata, tornato in Serie A con le sue forze e con l’aiuto di un gruppo capace di esprimere i concetti e lo spirito del suo condottiero.

In particolar modo, nella stagione 2015/2016, Castori ha guidato il Carpi in Serie A per trentatré partite: esonerato dopo il sesto turno (era fine settembre) è stato richiamato a novembre al posto dell’ex granata Sannino, chiudendo la stagione al terzultimo posto con 38 punti in classifica, a meno uno dall’Udinese (in caso di arrivo a pari punti il Carpi si sarebbe salvato per via della classifica avulsa, con due scontri diretti a favore). Il tecnico conquistò 34 punti, frutto di otto vittorie, dieci pareggi e quindici sconfitte, con una media di 1,03 punti a partita. Una media che avrebbe consentito al Carpi di salvarsi e superiore anche alla quota salvezza dell’ultimo campionato di Serie A (il Torino si è salvato con 37 punti). Fabrizio Castori, dunque, ha dimostrato già in passato di meritare una chance in Serie A e soprattutto fiducia. Un elemento che non dovrà mai mancare, soprattutto nei momenti difficili in cui potrebbe incappare una squadra come la Salernitana, neopromossa e con una situazione societaria “di transizione” che – smentite di rito a parte – rappresenterà un ostacolo di cui tenere conto.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News