Connect with us

News

Castori sfida l’emergenza: con il Chievo centrocampo da ridisegnare

Dopo l’allenamento di ieri Fabrizio Castori dovrà rivedere i piani in vista della sfida di sabato al Chievo. La seduta al Mary Rosy ha portato cattive notizie: problemi muscolari per Kupisz e Durmisi, lavoro a parte per Cicerelli e Gondo. Nella testa del tecnico i primi tre erano in predicato di partire dal 1′, considerando le tre partite in sette giorni (sabato il Chievo, martedì prossimo il Pisa, sabato prossimo il Vicenza) serve cautela.

Con ordine. Il 3-5-2 è ormai il modulo base, la difesa è già fatta con Gyombér e Mantovani sicuri del posto davanti a Belec, possibile il ballottaggio BogdanAya per il fianco destro. In mezzo al campo gli inamovibili sono Di Tacchio e Coulibaly, resta libera la maglia di mezzala sinistra. Capezzi ha fatto un passo indietro a Reggio, Cicerelli dovrebbe dare forfait. L’ex Foggia si è fermato al Granillo, gli esami non hanno rilevato nulla di grave, ma l’adduttore gli dà noia. Anderson e Kiyine sono quindi in rampa di lancio. Il belga marocchino però potrebbe avere bisogno di un po’ di tempo per trovare condizione e potrebbe quindi trovare impiego a gara in corso. I problemi sorgono poi sulle fasce. Detto di Cicerelli, sia Kupisz che Durmisi hanno problemi al bicipite femorale e quindi rischiano di saltare il match con i gialloblù. A destra tornerà dalla squalifica Casasola, a sinistra potrebbe esordire l’ultimo arrivato Jaroszynski che spesso con Ventura ha ricoperto il ruolo di esterno. Anche il francese Sy potrebbe nutrire qualche chance. In attacco vicino a Djuric dovrebbe tornare il rigenerato Tutino. Gondo ieri ha lavorato a parte per la lombalgia, si tenterà di recuperarlo.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News