Connect with us

News

Cerci ed Heurtaux tornano in gruppo. Ventura li aspetta, ma loro devono accelerare

La seduta di allenamento di ieri ha portato anche qualche sorriso per Gian Piero Ventura, a lenire le preoccupazioni provenienti dall’infermeria. Il tecnico ha rivisto lavorare con il gruppo Alessio Cerci e Thomas Heurtaux. I due avevano preso parte martedì ad una partitella amichevole tra Under 17 e Primavera all’Ultimo Minuto, organizzata ad hoc, su richiesta dello stesso allenatore, per far mettere minuti nelle gambe ad entrambi.

Sono i più attesi, dato lo status di colpi del mercato estivo, loro tardano a palesarsi, i tifosi iniziano a spazientirsi. Cerci finora ha racimolato 54′ minuti, qualche scampolo di partita qua e là tra Benevento, Trapani, Frosinone e Perugia, una condizione fisica precaria e un atteggiamento a volte indolente. Colpa di un inserimento forse troppo affrettato, come confessato da Ventura. Il tecnico ora lo aspetta, l’ex Atletico Madrid deve mentalizzarsi e battere un colpo. Dopo aver guardato dal divano di casa i match contro Cremonese e Juve Stabia, sabato potrebbe essere  convocato contro l’Ascoli, con l’idea di aumentare i giri del motore con un inserimento magari a partita in corso. Ci vorrà ancora un pò per rivedere Thomas Heurtaux. Il difensore francese sembrava essersi presentato più tirato dell’esterno romano al suo arrivo a Salerno. Frenato all’inizio solo da un intoppo burocratico, si pensava potesse assaporare il campo già alla quarta di campionato a Trapani, poi un problema muscolare prima della sfida a Livorno lo ha messo ko. Ora, con i dovuti scongiuri, il classe ’88 potrebbe rivedere la luce in fondo al tunnel. Il primo step potrebbe essere un impiego sabato al Volpe, da fuori quota, con la Primavera di mister Rizzolo nel derby contro la Juve Stabia. Occasione importante per accumulare minuti delle gambe e mettersi alla pari con i compagni.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News