Connect with us

News

Cessione e stadio, Fabiani: “Trustee unici interlocutori. Abbonamenti? Ora come ora un rischio”

Non solo mercato. Ad interessare i tifosi c’è anche ciò che riguarda la cessione società. Ne ha parlato in conferenza pure il dg Angelo Fabiani giunto a Cascia. “Come era noto, andava risolta la problematica della multiproprietà. Siccome, per l’acquisizione della Salernitana, non sono arrivate richieste serie e affidabili, abbiamo optato per il trust – dice il dirigente granata – Un’impalcatura giuridica che non poteva essere messa su in poco tempo, abbiamo dovuto anche apportare delle modifiche. La Salernitana è stata iscritta in Serie A, seguendo il merito sportivo. La costruzione della squadra segue una strada, la cessione ne segue un’altra. I soldi necessari per allestire la rosa ci sono. La cessione non è in capo alla dirigenza e al mister. Sono certo avverrà in tempi brevi. Ma io e il mister non ne parliamo. Chi vuole avvicinarsi alla Salernitana, società sana, deve solo rivolgersi ai trustee, gli unici istituti deputati a cedere il club. È finito il tempo delle chiacchiere e della pubblicità, è finito il tempo di prendere in giro i veri tifosi. La vecchia proprietà ha fatto un atto notarile e ha ceduto le quote. Non si può più tornare indietro, Lotito e Mezzaroma sono il passato. Mi auguro che non si avvicini alla Salernitana gente poco seria. Il prezzo viene deciso dai trustee che faranno le valutazioni, la perizia credo sia stata fatta. Sento dire che associazioni scrivono ai trustee e non capisco il perché, potrebbero rivolgersi alla Salernitana e al dottor Marchetti che è amministratore e che ci tengo a ringraziare per la disponibiltà, si è calato in una realtà diversa, mettendoci tutto a disposizione”.

Fabiani ha affrontato anche la questione abbonamenti strettamente legata alla capienza stadi, con la probabile parziale riapertura. Il dg però si è detto scettico sul lanciare una campagna di fidelizzazione: “C’è una lunga riflessione in corso sulla questione abbonamenti. Il pericolo Covid è sempre dietro l’angolo, ci si può ritrovare a lanciare una campagna abbonamenti e poi non si può andare allo stadio. Si dovrebbe poi pensare ai rimborsi che abbiamo fatto fatica a mettere in atto, non vorremmo arrecare un danno ai tifosi. Bisogna navigare a vista, non dipende solo dalla Salernitana. Ad oggi non sarebbe serio far sottoscrivere degli abbonamenti. Vediamo cosa succederà, ma in questa situazione la vedo difficile lanciare una campagna. Il rischio è che poi non abbiano efficacia nel campionato, quindi eviterei. A meno che non si trovino formule diverse”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News