Connect with us

News

Chiancone a TvOggi: “Niente pubblico? La Salernitana ne ha beneficiato. A Brescia con pragmatismo”

Roberto Chiancone crede in Fabrizio Castori e nella sua capacità di fare gruppo per rendere la Salernitana ancora più consapevole delle proprie possibilità. L’allenatore salernitano ha presenziato ieri sera negli studi di TvOggi Salerno nel corso della trasmissione Zona Mista e ha detto la sua sul momento aureo della squadra granata.

“Questa squadra ha un grande gruppo che Castori ha saputo assembleare. Tutti i calciatori sembrano contenti di partecipare, a prescindere da chi giochi. Conosco il mister, so che non guarda in faccia a nessuno e fa giocare chi merita. Gli anni passano anche per lui, rispetto alla prima esperienza di dodici anni fa è più tranquillo, non si arrabbia più come una volta in panchina e questo è un bene”, ha affermato Chiancone che, va ricordato, ha anche un importante passato da calciatore. Salernitano… con l’ippocampo sul petto. Ha infatti totalizzato 114 presenze con 6 reti in maglia granata tra il 1981 e il 1984. Da qui la sua riflessione legata alle partite a porte chiuse e al collegamento con il primato di Di Tacchio e soci: Alla squadra ha fatto bene non avere la pressione del pubblico che inevitabilmente a Salerno condiziona molto. Quando sei primo hai 20mila persone a spingerti, è vero, ma la pressione può farti rendere meno a livello mentale. Di questo ho sempre avuto paura perché l’ho sperimentato sulla mia pelle: il pubblico di Salerno condiziona tanto, anche per strada. Anche se giochi bene… per la giochi male. Come allenatore ho imparato a non fregarmene, ma un calciatore lo accusa”.

Squadra operaia e compatta, quella guidata dal trainer di Tolentino. “Ha la migliore difesa ed è la cosa più difficile da ottenere: la Salernitana è sorniona, con i recuperi degli infortunati aumenterà la sua potenzialità. Difesa a tre o a quattro? Paradossalmente è più difficile farla a quattro, perché a tre hai gli esterni che scendono ad aiutarti se leggono bene le situazioni. – dice il tecnico classe 1954 – Questi ragazzi stanno dimostrando di essere all’altezza della situazione e di seguire l’allenatore in ogni sua direttiva. Il mercato di gennaio? Non è facile farlo soprattutto se sei in alto in classifica e con un gruppo coeso. Bisogna capire alla fine di dicembre in che posizione sarà la Salernitana. Non si possono cambiare 3-4 uomini e pensare di vincere, si sfalderebbe l’equilibrio interno che ha creato l’allenatore”. Infine, una previsione di Chiancone sul prossimo impegno dei granata al Rigamonti di Brescia: “La voglia di vincere dell’avversario potrebbe essere un’arma a favore della Salernitana: sai che il Brescia è in difficoltà ed è obbligato a vincere, quindi si butterà a capofitto. Di conseguenza, puoi preparare le trappole. Castori preparerà la gara nel solito modo pragmatico, pronto a sfruttare ogni errore degli avversari”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News