Connect with us

News

Cola vs Juve, un solo hurrà interno. Allegri vinse a Salerno primo trofeo in carriera

Massimiliano Allegri ha alzato il suo primo trofeo da allenatore allo stadio Arechi. Era il 15 maggio 2008 e allenava il Sassuolo fresco di vittoria del campionato di C1, proprio come la Salernitana: nella finale di ritorno della Supercoppa di categoria, gli emiliani espugnarono via Allende grazie al gol del sammarinese Andy Selva, che riequilibrò i conti dopo lo 0-1 dell’andata al Ricci firmato Ferraro. Ai calci di rigore fu decisivo l’errore del granata Mammarella e la coppa andò ai neroverdi. Da allora, l’attuale tecnico juventino non è mai più ritornato a Salerno da avversario, complici le diverse latitudini frequentate a livello di categoria. In precedenza, aveva calcato il prato dell’Arechi in Serie B da calciatore, racimolando due pareggi (1-1 col Perugia nel 1995/96 e 0-0 col Padova l’anno seguente) e perdendo 4-3 con la casacca del Pescara nel 1999/2000. Da giovanissimo, spiccioli finali di partita con la maglia del Livorno al Vestuti nello 0-0 che valse la salvezza in terza serie al cavalluccio.

Colantuono sempre ko in casa contro Allegri

Quattro visite, quattro exploit con tutti i risultati dallo 0-1 allo 0-4. Non è felice il rendimento interno dell’attuale trainer granata contro il collega nativo di Livorno: tre sconfitte patite da mister dell’Atalanta contro Milan (0-2 nel 2011/12, l’8 gennaio con reti di Ibra e Boateng, poi 0-1 nel 2012/13, marcatore El Shaarawy) e Juventus (2014/15, netto 0-3 firmato Tevez – doppietta – e Morata). Beccò infine 4 gol al Friuli alla guida dell’Udinese contro la Juve il 17 gennaio 2016, data dell’ultimo incrocio tra i due: segnò una doppietta Dybala, a referto anche i gol di Lichtnsteiner e Alex Sandro.

Il mister granata e la Juve

Per il mister granata sarà la settima sfida casalinga contro la Vecchia Signora: un solo successo, al primo tentativo, quando allenava il Palermo (3-2 al Barbera il 6 aprile 2008). Poi, solo sconfitte: oltre a quelle su citate del 2015/16 con l’Udinese e del 2014/15 con l’Atalanta, aveva perso anche tre volte contro la Juve di Conte tra il 2011 e il 2014 con un aggregato di 1-7). Cinque partite interne per lui in Serie A anche da giocatore con i bianconeri di fronte: la prima il 19 gennaio 1986 con la casacca del Pisa (1-1). Seguirono un pareggio (1-1) e una vittoria (1-0) quando difendeva i colori dell’Avellino (stagioni 1986/87 e 1987/88), poi due kappaò nell’88/89 (0-3 da giocatore del Como) e nell’89/90 con l’Ascoli (1-2).

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

 






Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News