Connect with us

News

Colantuono promuove i suoi: “La squadra mi è piaciuta. Da qui alla fine ce la giocheremo con tutte”

Promuove i nuovi acquisti Stefano Colantuono. Il tecnico, ai microfoni di DAZN, ha analizzato la prestazione della squadra e l’impatto degli ultimi arrivati: “Mi è piaciuta la volontà dei nuovi. Alcuni non giocavano da tantissimo tempo. Il gruppo ha voglia, abbiamo anche sfidato una squadra che è in un bel momento. Se fosse entrato quel tiro di Kastanos avremmo raccontato un’altra partita. Sono comunque contento, dobbiamo e possiamo solo crescere. Nella ripresa abbiamo provato a vincerla, nel primo tempo eravamo un po’ contratti. Ho bisogno di far giocare tutti per proiettarli nel campionato, dobbiamo compattarci giocando. Mousset l’ho fatto giocare subito per fargli conoscere alcune cose. Non mi è dispiaciuto. Non potevo pretendere troppo. Mancano poche partite e non ho tempo. Abbiamo vissuto sei mesi difficili e particolari, tra gli infortuni e la situazione societaria. Ora siamo più sereni, ci sono tanti giocatori importanti. Posso fare scelte e ciò non è cosa da poco. Con il lavoro possiamo crescere e fare un girone di ritorno all’altezza. Col Genoa sarà determinante, spero anche che recupereremo le partite che non abbiamo giocato. Le partite da qui alla fine saranno tutte importanti e ce le giocheremo al massimo. Siamo pronti a battagliare. Verdi è arrivato anche per le palle inattive, non è la prima volta che fa gol così”.

Il trainer ha parlato successivamente anche in sala stampa: “Nel primo tempo forse andava aumentato il ritmo, un po’ di difficoltà le avevamo anche nel conoscerci, i brasiliani sono arrivati venerdì. La squadra mi è piaciuta, l’avversario non era facile, ce la siamo giocata alla pari contro una squadra che nelle ultime partite ha vinto su campi importanti. Nel primo tempo eravamo contratti, nel secondo tempo siamo andati molto bene, Verdi ha chiesto il cambio perché aveva un problema fisico, dispiace perché forse avremmo avuto qualche chance in più. I nuovi si sono inseriti bene aiutati da chi c’era già che ha fatto un buon lavoro per metterli a proprio agio – ha detto Colantuono -. Ci sono secondo me segnali positivi. Fattore tempo? Questa squadra aveva bisogno di innesti, i pochi che ho avuto a disposizione nel girone d’andata avevano tirato molto la carretta, c’era bisogno di giocatori nuovi, chi è arrivato stava giocando poco, le partite non sono molte e il tempo stringe.

Stiamo lavorando ad un assetto definitivo, ma dobbiamo accelerare, ripartiremo subito, abbiamo una trasferta importante. Mousset ha bisogno di conoscere alcune cose, sapevo che avrebbe avuto difficoltà, deve abituarsi subito. Ha qualità, va un attimino aspettato. Strada facendo vedremo se saranno due punti persi, magari li recuperiamo da qualche altra parte, mettiamo il mattoncino. Partiamo da questo e pensiamo a Genova non possiamo pensare troppo a quello che è stato. Bonazzoli? Ha avuto una settimana un po’ particolare ed è stato messo un po’ da parte, non è stato convocato. Ma serenamente, è stata una scelta tecnica. Con Sabatini abbiamo commentato la gara, l’abbiamo vista alla stessa maniera. Oltre al risultato devo giudicare anche la prestazione, dobbiamo crederci, con l’Atalanta eravamo neopromossi e ci siamo salvati col -6. Le possibilità ci sono, la squadra ora se la può giocare con tutti. Ederson? È arrivato venerdì, di centrocampisti ce n’erano anche altri, non è escluso che possa esordire a Genova”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News