Connect with us

News

Colloquio Cerci-Ventura: “Sta lavorando come una bestia. Quel mese e mezzo di stop…”

Dopo aver fatto parte dell’elenco dei convocati per Benevento, Alessio Cerci torna tra i non precettati. Stavolta però non c’è nessun infortunio. A rassicurare tutti ci pensa Gian Piero Ventura, protagonista di un lungo colloquio proprio con l’attaccante stamattina al Mary Rosy alla fine della rifinitura e prima della conferenza stampa in cui ha parlato proprio del giocatore.

“Tutto chiaro con lui. A Benevento l’ho convocato perché ogni tanto bisogna tenerlo coinvolto. Sta lavorando. Lui è arrivato con una miriade di problemi, una settimana prima della ginocchiata in allenamento sulla coscia (inizio dicembre, nda) avevo rivisto la luce in fondo al tunnel: avevamo fatto una partitina e quando stoppó la palla e da fermo partí lasciando sul posto gli avversari, pensai che stesse tornando. Dopo tre giorni si rifece male, poi c’è stata qualche diatriba con la società ed è stato fermo un mese e mezzo”, il riepilogo di Ventura che poi ammette: “Quando ha ripreso, abbiamo pensato di riprendere da dove l’avevamo lasciato. Abbiamo sbagliato. In realtà in quel mese di sosta ha riperso quello che aveva incamerato precedentemente. Adesso è consapevole ed è dispiaciuto: oggi non è in grado di essere Cerci ma sta lavorando come una bestia e con intensità. – assicura l’allenatore – Abbiamo caricato tantissimo, alterna lavori di forza, di cui ha necessità assoluta, a fisiologiche pause perché i carichi sono altissimi. Se continua così, piano piano si riavvicinerà. Ho la speranza che sia fattibile. Ho capito che… ha capito. Prima sperava di essere in condizione facendo un allenamentino decente. Ora ha compreso che l’obiettivo è dare una mano alla Salernitana e soprattutto a sé stesso, tornando a essere Cerci e quindi calciatore nei prossimi anni”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *





Advertisement
Advertisement

Altre news in News