Connect with us

News

Contro l’Entella Schiavone ritrova una maglia e… Vivarini

Fabrizio Castori deve ancora sciogliere gli ultimi dubbi di formazione per il match di domani contro l’Entella. Il modulo sarà ancora il 3-5-2 ma potrebbero esserci novità negli uomini, visti i match ravvicinati; sull’out di destra Kupisz è in ballottaggio con Casasola, Schiavone dovrebbe ritrovare una maglia a centrocampo. Entrambi, scendendo in campo, incrocerebbero il loro recente passato. Non la Virtus Entella, bensì il tecnico dei liguri Vincenzo Vivarini che ha allenato Kupisz ad Ascoli (2018/19) e a Bari (lo scorso anno) e Schiavone sempre in biancorosso nella passata stagione.

In bianconero l’allenatore di Ari non ha riposto molta fiducia in Kupisz, nonostante lo avesse fortemente voluto. Il polacco è sceso in campo in sole nove occasioni (titolare appena quattro volte) e spesso fuori posizione (come terzino destro o sinistro), non lo ha aiutato certamente il passaggio dal 3-5-2 al 4-3-1-2 nel quale l’esterno diveniva tatticamente incollocabile. Il classe ’90 a gennaio infatti decise di cambiare aria, trasferendosi a Livorno. Lo scorso anno le strade di Kupisz e Vivarini si sono incrociate di nuovo a Bari e le cose non sono andate meglio. L’ex Brescia ha racimolato appena sette presenze, partendo due volte da titolare; una sorta quindi di déjà-vu. Nel mercato invernale pertanto il calciatore ha salutato la causa biancorossa, salendo di categoria per ritrovare il mentore Castori a Trapani. È andata decisamente meglio tra Schiavone e Vivarini nella scorsa stagione in Puglia. Il ragazzo infatti è sceso in campo con i galletti ventisei volte, con il trainer bravo a lanciarlo anche nel ruolo di mezzala (oltre alla sua collocazione naturale di regista), con licenza di colpire. A proposito di gol, l’ultimo in Serie B Schiavone lo ha siglato proprio contro la Virtus Entella, quando indossava la maglia del Cesena, in una vittoria per 3-0 dell’8 aprile 2018. Erano ovviamente i bianconeri di Castori e in quel match segnò anche Kupisz. I diavoli neri quindi potrebbero essere benauguranti.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News