Connect with us

News

Corini amareggiato dopo il pareggio col Frosinone: “Peccato per la mancata vittoria”

Dopo il 2-2 ricco di emozioni contro il Frosinone, il tecnico del Lecce, Eugenio Corini, fatica a digerire il pareggio maturato nel finale di gara: “C’è grande rammarico – spiega il mister dei prossimi avversari dei granata – È stata un partita intensa contro una squadra forte. Nonostante qualche difficoltà l’avevamo portata dalla nostra parte e la percezione che avevamo era che potevamo condurla in maniera positiva fino alla fine. Con un tiro sporco passato dentro la nostra area loro hanno trovato il pareggio e quindi in questo momento sicuramente c’è rammarico per non aver vinto“.

Anche se la prestazione è stata convincente, non è stato tutto perfetto e ci sono ancora dei passi in avanti da compiere: “Dobbiamo fare delle cose meglio di come le abbiamo fatte oggi. Dal punto di vista dell’atteggiamento e della voglia non posso rimproverare nulla ai miei ragazzi. Sicuramente in questo momento siamo un po’ meno brillanti in qualche scelta che facciamo, ma è da sottolineare il fatto che anche se siamo andati sotto siamo rimasti in partita e siamo riusciti a ribaltarla. Nonostante qualche defezione nel reparto difensivo la squadra è stata bene in campo e riusciva a difendere bene. Lucioni sta gestendo un problema al ginocchio che teneva sotto controllo e probabilmente si è riacutizzato durante la partita. Questo dolore non gli permetteva di rimanere in campo. Dermaku sapevamo stava rientrando da un problema muscolare e da un altro tipo di problema, sapevamo che non forse non sarebbe riuscito a reggere tutta la partita, aveva i crampi e quindi ho dovuto adattare la squadra alle difficoltà. Ovviamente un gol di vantaggio è poco per pensare di aver chiuso la partita, di questo ne abbiamo sempre la consapevolezza. Quello che mi dispiace è che se fosse stato un altro tipo di partita, con il Frosinone che ci avesse schiacciato nella nostra metà campo, il pareggio ci sarebbe potuto stare. Invece eravamo in controllo, eravamo pericolosi e abbiamo avuto qualche possibilità di alimentare il vantaggio. C’è rammarico per non aver segnato il terzo gol perché le premesse per farlo c’erano“.

Corini viene interrogato anche sulla direzione arbitrale e sul rigore dubbio con cui il Frosinone è inizialmente passato in vantaggio: “Non mi piace parlare dell’operato dell’arbitro. A parte gli episodi cerco di capire l’indirizzo che l’arbitro dà alla gara perché poi è facile parametrarsi. Lì si poteva fare meglio. Il rigore che c’è o non c’è, che puoi avere a favore o contro, può succedere. Ribadisco che è stata brava la squadra in una difficoltà che si è venuta a creare, mantenendo la lucidità e spingendo la partita dove volevamo noi fino all’89’“.

Sul prossimo incontro e sulla classifica che rimane cortissima tra le otto squadre in alto, glissa ribadendo il risultato appena mancato: “Ho sempre pensato che un primo step per capire dove siamo e come ci siamo arrivati è dopo il 4 gennaio. Poi il campionato si andrà a delineare tra inizio e fine marzo, quando poi inizierà il rush finale. Abbiamo la consapevolezza che sarà lunga e nonostante abbiamo allungato la striscia positiva c’è il rammarico di non aver avuto il guizzo finale per riuscire a fare risultato pieno“.

 

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News