Connect with us

News

Corsa al 3° posto, inizia mese di fuoco: scontri diretti decisivi all’Arechi

Meno sei al termine della regular season. Trenta giorni in cui giocarsi il tutto per tutto in attesa della coda playoff. La Salernitana supera meritatamente il Frosinone all’Arechi e s’appresta a vivere un finale di stagione all’inseguimento di un obiettivo finanche insperato ad inizio stagione. Tre punti di platino messi in saccoccia grazie alla prodezza di Cicerelli e che proiettano i granata al terzo posto in solitaria a quota 54, più due sul Monza di Balotelli e Boateng. Ma la serie B è un campionato in cui le grandi griffe non sempre danno garanzia di vittoria. Umiltà, compattezza e voglia sono le armi che la Salernitana ha saputo ritrovare contro un Frosinone ormai quasi condannato ad un finale di stagione all’insegna dell’anonimato. Il mix è risultato perfetto con quel pizzico di coraggio che Castori ha ritrovato rispolverando il 4-2-3-1, modulo che ha permesso alla squadra di guadagnare campo, alzare il baricentro e portare un nutrito numero di uomini ad attaccare l’area di rigore avversaria. Quel coraggio che servirà anche per aggredire le ultime sei sfide di campionato. Sabato si torna in campo a Chiavari contro l’Entella, dopodiché il doppio turno casalingo contro Venezia e Monza. Due scontri diretti che diranno tanto, forse tutto, in chiave corsa al terzo posto. Terzultima giornata sfida al Pordenone, si chiude con Empoli all’Arechi e Pescara (già retrocesso?) all’Adriatico. Con un Lecce in forma scintillante, l’obiettivo più realistico è il terzo posto. Piazzamento che darebbe un vantaggio enorme, consentendo di andare in A con “soli” quattro pareggi.

L’Empoli, capolista a quota 59, ha ancora un piede in A malgrado l’incognita Covid. I toscani sono stati bloccati dall’ASL e non hanno disputato la partita odierna contro il Chievo. Prevedibile lo 0-3 a tavolino per i veronesi, dopodiché la palla passerà ai tribunali sportivi. Forse neanche la pandemia può frenare la corsa degli azzurri, lanciatissimi verso la promozione diretta. L’undici di Dionisi ospiterà al Castellani Brescia, Cosenza e Lecce e andrà a domicilio di Reggiana, Ascoli e Salernitana, dovendo con ogni probabilità recuperare la sfida non andata in scena oggi col Chievo e quella con la Cremonese.

Inarrestabile anche la marcia del Lecce di Eugenio Corini, capace di scalare in poche settimane la classifica con un incredibile filotto di vittorie consecutive. Secondi ad un punto dall’Empoli ma con due gare in più, i salentini sabato ospiteranno la Spal di Rastelli al Via Del Mare. Dopodiché in serie Vicenza fuori, Cittadella tra le mura amiche, Monza al Brianteo, Reggina in casa ed Empoli in trasferta per la probabile passerella finale.

Dalla terza posizione in poi è autentica bagarre. Quarto a quota 52 c’è il Monza di Brocchi, confermato anche dopo l’ennesimo passo falso interno col Pescara. Nonostante un mercato grandi firme la squadra lombarda dovrà sudarsi la promozione con ogni probabilità nella postseason. La caccia al miglior piazzamento passa dalle trasferte di Ascoli, Salerno e Cosenza intervallate dalle gare casalinghe con Cremonese, Lecce e Brescia.

Quinto a 50 lunghezze c’è il sorprendente Venezia di Paolo Zanetti, uscito indenne dal difficile happening del Mazza contro la Spal. Gli arancioneroverdi hanno dalla loro la non trascurabile arma della pressoché totale assenza di pressione psicologica. Calendario non propriamente agevole per i lagunari che ospiteranno Cosenza, Chievo e Pordenone inframezzate dalle trasferte di Salerno, Pisa e Cittadella all’ultima.

Sesta a 47 staziona la Spal attesa da un finale di torneo tutt’altro che in discesa. Gli estensi faranno visita a Lecce, Brescia e ad una Reggiana assetata di punti salvezza mentre al Mazza arriveranno Ascoli, Frosinone ed una Cremonese probabilmente già al sicuro all’ultima partita.

Staccato di un punto a 46 al settimo posto c’è il Cittadella, ormai habitué delle postseason cadette. I granata di Venturato incroceranno i tacchetti con Frosinone, Lecce ed Ascoli (in trasferta), Chievo, Entella e Venezia all’ultima in casa.

A 45 c’è il Chievo che occupa attualmente l’ottavo ed ultimo posto della griglia playoff. Resta pending l’esito della sfida all’Empoli, per i ragazzi di Aglietti impegni casalinghi con Pisa, Cremonese e Ascoli, in trasferta con Cittadella, Venezia ed Entella. Proverà un inserimento in extremis il Brescia, staccato a 43: Donnarumma e compagni se la vedranno con Pescara, Spal e Pisa in casa, Empoli, Vicenza e Monza in trasferta.

 

LA CLASSIFICA

  1. Empoli 59**
  2. Lecce 58
  3. Salernitana 54
  4. Monza 52
  5. Venezia 50
  6. Cittadella 46
  7. Spal 47
  8. Chievo 45*
  9. Brescia 43
  10. Vicenza 41
  11. Reggina 41
  12. Pisa 40*
  13. Cremonese 39*
  14. Frosinone 39
  15. Pordenone 39*
  16. Cosenza 32
  17. Ascoli 31
  18. Reggiana 31
  19. Pescara 27
  20. Entella 22

*una partita in meno

** due partite in meno

 

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News