Connect with us

News

Cosenza, Occhiuzzi ci crede: “Mai uscire dalla gara! Granata fortissimi, ma dobbiamo salvarci”

Cosenza quartultimo con 26 punti, impelagato nella lotta per non retrocedere e reduce da tre sconfitte nelle ultime quattro gare. Per Roberto Occhiuzzi, mister dei calabresi, la gara di domani all’Arechi sarà importante: in caso di ko, la sua panchina potrebbe traballare. Eppure il suo rendimento, tenendo conto che è in sella esattamente da un anno e che l’anno scorso ha fatto una vera e propria impresa, non è totalmente da buttare.

“Le pressioni e le responsabilità sono le stesse, quest’anno è un altro campionato, mentre l’anno scorso si iniziava un minitorneo. Bisogna essere equilibrati, devo pensarci io a trasmettere ciò nei momenti no, poi i conti si faranno alla fine. Anche all’ultimo respiro dobbiamo arrivare a salvarci. L’anno scorso c’era da fare un’impresa, quest’anno comunque si sta delineando la classifica per la salvezza: sono più squadre che lottano, dobbiamo essere bravi a stare sul pezzo e a lavorare su quello che siamo noi. – ha detto Occhiuzzi stamani prima di partire per Salerno – L’unione fa la forza. Cosenza ha sempre dimostrato nei momenti più importanti di sapersi ricompattare, io ho sempre cercato di fare da collante ed è fondamentale che tutti remino nella stessa direzione; noi lavoriamo ogni giorno serenamente, a stretto contatto con dirigenza e staff, per perseguire un solo obiettivo. Capisco le ansie della piazza, ci stanno. Cosenza è forte quando è unita: è arrivato il momento di esserlo, perché alla fine tutti amiamo questa maglia. La salvezza è importante per tutti, in primis per i tifosi che sono l’anima, ma sta a noi mettere in campo quel cuore che alla fine dovrà portare tutti ad abbracciarci”.

Idda e Tiritiello saranno indisponibili per squalifica, Ba per infortunio. Mbakogu – vecchia conoscenza di Castori – dovrebbe essere titolare. “Sta bene, ha giocato a singhiozzo finora perchè dovevamo gestire determinate situazioni con lo staff medico e atletico. Ci eravamo prefissati questa settimana proprio per portarlo a un minutaggio più importante”, ha detto Occhiuzzi sul conto del nigeriano, prima di andare sulla Salernitana: “Rispettiamo tutti, ma dobbiamo guardare in casa nostra. Sappiamo che incontriamo una squadra fortissima che sta lottando per la Serie A, ma dobbiamo mettere in campo le nostre caratteristiche per tornare a essere quelli che eravamo poco tempo fa. Vorrei che i ragazzi andassero al di là degli aspetti tattici, ogni componente di questo gruppo deve andare oltre. Più ti avvicini alla fine e più c’è ansia: nello spogliatoio inizi a fare conti e può subentrare il discorso del risultato che va a togliere qualcosa alla prestazione. In settimana provo sempre a rafforzare le convinzioni del gruppo, le tensioni si alzano e i ragazzi devono essere bravi a lavorarci”.

Per l’allenatore cosentino il gruppo è motivato. “Solo a Brescia avevo visto un sfaldamento, l’abbiamo analizzato e non deve capitare più. Si sta alzando l’attenzione, i ragazzi sono consapevoli dell’importanza della posta in palio. Bisogna stare sempre in gara, niente deve portarci a uscirne, al di là degli episodi eventualmente sfavorevoli che dovessero capitare. – dice in chiusura – Ho tanta responsabilità ed è giusto che ci sia, fa parte del mio mestiere. A me interessa il risultato finale, sono molto determinato nel cercare di trasmettere ai ragazzi la voglia di voler raggiungere l’obiettivo con sacrificio. Sapevamo che sarebbe stato un campionato difficile e che in campo bisognava andare oltre, i ragazzi devono farlo”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News