Connect with us

News

Covid19, Heurtaux preoccupato: “Salerno deserta, condizione fisica ormai persa. Ecco come ci alleniamo”

L’emergenza Covid 19 è ormai un fatto mondiale. Dalla Cina all’Italia, ma ora l’emergenza si propaga anche nel resto d’Europa. In Francia, ad esempio, la paura inizia a serpeggiare ed è Thomas Heurtaux, 32enne difensore della Salernitana, a raccontare ai media transalpini la sua personale esperienza in questi giorni particolari.

“Abito nel centro di Salerno, affaccio su una strada pedonale (Corso Vittorio Emanuele, nda) e non passa nessuno. C’è chi porta a spasso il proprio cane, come me, ma il meno possibile. E poi la polizia che viene per ricordare le regole di sicurezza e fare controlli per scoprire chi stia uscendo e perché. Improvvisamente l’intero paese è rinchiuso in casa. So che alcune fabbriche sono rimaste attive, ma parlano di sciopero perché non trovano normale continuare a lavorare, mentre il paese è fermo”, ha esordito l’ex calciatore dell’Udinese e del Verona ai microfoni di France Football, prima di parlare anche dell’esperienza che sta vivendo attualmente in granata con la gestione di allenamenti e condizioni sanitarie.

“Alla Salernitana non abbiamo fatto il tampone, ma ci controllano la temperatura ogni giorno. Finché nessuno nel nostro entourage o nello mostrerà sintomi, andrà bene. Magari uno dei miei compagni di squadra potrebbe essere infetto e non lo possiamo sapere. È un momento complicato da gestire. – continua Heurtaux – Abbiamo trascorso quattro giorni di riposo a casa e abbiamo ripreso ieri gli allenamenti. La squadra è stata divisa in piccoli gruppi. Eravamo in sei contemporaneamente, in momenti diversi. Abbiamo fatto il grosso del lavoro all’esterno per evitare di essere al chiuso. Abbiamo fatto un po’ di forza, un po’ di bodybuilding e un po’ di lavoro sul campo, ma nessun duello o contatto, solo passaggi per evitare di essere troppo vicini. Inoltre, il sindacato dei giocatori italiani ha fatto una dichiarazione affermando che non era normale che i giocatori continuassero ad allenarsi, nonostante lo stato di emergenza (clicca qui per leggere)”.

Heurtaux descrive minuziosamente la situazione in casa granata: “In sede gli uffici sono chiusi, però dottori, fisioterapisti, inservienti, allenatore e staff tecnico si recano al campo. Riprenderemo gli allenamenti a giorni alterni (clicca qui per leggere), ma so che stavano discutendo anche della possibilità di lasciarci a casa. Ma non so chi prenderà questa decisione e quando sarà fatta. All’Udinese, ad esempio, sono a casa fino al 22 marzo perché hanno giocato contro la Fiorentina dove ci sono casi comprovati di positività al virus”. Poi, il racconto personale della sua vita in questi giorni: “Sono rimasto quattro giorni a casa ma ho continuato ad allenarmi, perché venivo da un periodo di stop e avevo bisogno di continuità. Ho fatto solo un po’ di addominali e mobilità articolare. Ho comprato anche una bici, mi è servito. Se continua questa situazione, la società sicuramente ci darà un programma da svolgere a casa. Siamo davvero rinchiusi, non possiamo nemmeno andare in piscina, quindi la condizione fisica è ormai persa. Ci sarà tempo per recuperarla, perché non riprenderemo subito il campionato. Prima di metà aprile non accadrà nulla. Ma capisco che un club che ha ambizioni vuole mantenere al meglio le condizioni fisiche di tutti. Sarà complicato, potremmo giocare fino alla fine di giugno. Sarà un vero casino. Dipenderà principalmente da quanto tempo ci fermeremo”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *





Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News