Connect with us

News

D.Anderson “multiruolo”: l’olandese a caccia di riscatto nel rush finale dopo una stagione anonima

Pronti, via e alla prima da titolare era andato subito a segno con il Padova, lo scorso 16 settembre in quello che resta uno dei suoi pochi lampi di una stagione grigia, al limite dell’anonimato. Giunto a Salerno via Lazio con altre premesse, Djavan Anderson dopo una prima parte di campionato in cui è sceso in campo poche volte; ha trovato nella gestione Gregucci una discreta continuità a livello di presenze dal primo minuto, ma non è riuscito ad incidere in maniera energica nei match risultando spesso evanescente, come accaduto nell’ultimo spezzone giocato da esterno sinistro a La Spezia.

Il tecnico pugliese lo ha utilizzato, sin dall’inizio della sua gestione, sulla trequarti con il compito di svariare e interrompere la prima costruzione con un pressing costante: a febbraio, in quel ruolo, è una presenza fissa nello starting-eleven per ben quattro partite. Poi una nuova panchina (contro l’Ascoli), una manciata di minuti con il Verona prima di ritornare titolare contro la Cremonese, ritornando all’antico: ossia da esterno destro, il ruolo che lo scorso anno lo ha consacrato come una delle rivelazioni del torneo cadetto al Bari. Nelle ultime gare, però, Djavan si è disimpegnato sull’altra corsia palesando qualche difficoltà nel dare manforte al compagno di squadra che gioca sul suo stesso binario. La controprova è Memolla: l’albanese dopo una buona partenza è rimasto spesso tra la morsa di Bartolomei e Vignali subendo soventemente l’inferiorità numerica.

Per caratteristiche atletiche e qualitative, il prodotto della cantera dell’Ajax può giocare anche da mezzala destra, sfruttando le sue capacità dinamiche e di movimento senza palla. Una duttilità che può essere importante in vista del rush finale dove conteranno anche le motivazioni: Anderson deve obbligatoriamente riscattare un’annata senza particolare sussulti in cui non ha inciso rispetto alle sue reali potenzialità.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement
Advertisement

Altre news in News