Connect with us

News

Da Manchester a Milano: reunion “albiceleste” quattro anni dopo un test match in terra inglese

Quante cose cambiano nel calcio in quattro anni: tanti ne sono passati dal 23 marzo 2018 al 4 marzo 2022, giorno in cui si giocherà Inter-Salernitana. Quattro anni fa, in un’amichevole internazionale in terra inglese, si incrociavano i destini di diversi protagonisti dell’anticipo di domani sera a San Siro.

La Nazionale azzurra stava provando a ricostruirsi dalle macerie del post-Ventura, con la mancata qualificazione ai Mondiali di Russia che rappresentò il punto più basso della storia recente del calcio italiano. In panchina, ad interim, il CT dell’Under 21 Luigi Di Biagio, che guidò la selezione giusto il tempo delle due amichevoli di marzo 2018 (quattro giorni dopo sarebbe arrivato il pareggio con l’Inghilterra a Londra) prima di lasciare spazio a Roberto Mancini che avrebbe condotto l’Italia a vincere Euro 2020.

All’Etihad Stadium di Manchester, Di Biagio fece quindi il suo esordio come Commissario Tecnico della Nazionale. Sulla sua strada, in un test match, l’Argentina di Jorge Sampaoli. Quel 23 marzo rappresentò un virtuale passaggio di consegne in salsa albiceleste: per il fantasista granata Diego Perotti, infatti, arrivò l’ultimo gettone in Nazionale. L’ex Roma entrò in campo al posto di Di Maria al 18’ della ripresa, e fu protagonista del finale in crescendo dei sudamericani. Per il talento dell’Inter Lautaro Martinez, invece, quella fu la prima panchina con la divisa albiceleste.

Per tutti i novanta minuti rimase in campo Federico Fazio, che con Otamendi riuscì a neutralizzare il tridente azzurro composto da Chiesa, Immobile ed Insigne. Vinsero gli argentini col punteggio di 2-0 e reti di Banega al 75’ e Lanzini all’85’. Di Biagio convocò e non utilizzò un altro calciatore che attualmente veste il granata, Simone Verdi, che rimase in panchina per tutti e novanta i minuti. Proprio Verdi e Perotti, in virtù dell’assenza forzata di Ribéry, sono candidati credibilissimi per una maglia da titolare a San Siro.

Questo il tabellino di quell’amichevole che vide in distinta ben 3 elementi attualmente in granata e la stella neroazzurra Lautaro Martinez.

Argentina (4-2-3-1): Caballero; Bustos (44′ st Mercado), Fazio, Otamendi, Tagliafico; Biglia, Paredes (18′ st Banega); Lanzini, Lo Celso (31′ st Pavon), Di Maria (18′ st Perotti); Higuain. A disposizione: Romero, Acuna, Messi, Guzman, Mascherano, Perez, Rojo, Correa, Martinez. Allenatore: Jorge Sampaoli

Italia (4-3-3): Buffon; Florenzi (16′ st Zappacosta), Bonucci, Rugani, De Sciglio; Parolo (16′ st Pellegrini), Jorginho (41′ st Belotti), Verratti (26′ st Cristante); Chiesa (16′ st Candreva), Immobile (29′ st Cutrone), Insigne. A disposizione: Donnarumma, Perin, Ferrari, Darmian, Ogbonna, Bonaventura, Spinazzola, Verdi, Gagliardini. Allenatore: Luigi Di Biagio

Marcatori: 30′st Banega, 40’st Lanzini.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News