Connect with us

News

Da Venezia a Venezia, sliding doors Micai in terra lagunare. Il portiere vuole confermare il periodo positivo

Dall’erroraccio su cui è nato il goal di Domizzi e da cui ha avuto inizio la crisi della squadra di Colantuono all’essere l’eroe del Penzo in una serata infuocata con la salvezza in ballo ai calci di rigore. Per Alessandro Micai, la sfida in terra veneta ha sicuramente un gusto particolare. Lo scorso anno ha mostrato i suoi due volti, in quella linea sottile divisa tra incertezze che costano caro e parate memorabili. Insieme a Francesco Di Tacchio, il portiere mantovano è una delle certezze tra il vecchio e il nuovo corso della Salernitana di Gian Piero Ventura.

ANDAMENTO COSTANTE. Sette goal subiti nelle prime sette giornate di campionato nella sua prima stagione con il Cavalluccio, medesimo rendimento in questa fase iniziale del campionato. La differenza è nel numero di gare con porta imbattuta o clean sheets dirsi voglia: quattro lo scorso anno, solamente due ora. L’attenuante, rispetto allo scorso anno, è quella di vedere davanti a lui una difesa per due terzi nuova di zecca, con Pawel Jaroszyński e Andrea Karo new-entry, al cospetto della conferma di Marco Migliorini.

ACQUA E ZUCCHERO. ll 4 novembre, nell’arco di pochi minuti, la stagione della Salernitana è passata dall’illusione di poter balzare in testa alla classifica (traversa clamorosa di Di Gennaro, uno dei pochi lampi di luce del regista scuola Milan, ndr) alla depressione della sconfitta, coincisa con l’errore del portierone virgiliano che ha permesso il facile tap-in di capitan Domizzi. il 9 giugno, sette mesi dopo, ecco il pronto riscatto nonostante il ventilato forfait nell’intervallo su cui è intervenuto patron Lotito nella celebre intervista post-gara: ” Anche oggi è capitato un episodio, quando Micai ha chiesto di essere sostituito tra primo e secondo tempo io sono entrato nello spogliatoio e gli ho detto dategli acqua e zucchero perché doveva continuare a giocare”. Micai, dunque, continua a difendere i pali granata e tra parate decisive nei 120 minuti e il rigore neutralizzato a Bentivoglio consegna la salvezza alla Salernitana.

Da Venezia a Venezia, dunque. Proprio lì dove era cominciata la parabola discendente, con il grave errore sulla punizione da cui scaturì il gol di Domizzi, Alessandro Micai il 9 giugno, invece, è riuscito a mettere una pezza decisiva. Con la parata più bella ed esaltante, quella che ti vale a tutti gli effetti la meritata qualifica di eroe. E ora tra tre giorni un nuovo bivio per il portierone granata che ha voglia di continuare il periodo positivo a livello personale e di squadra.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News