Connect with us

News

De Laurentiis sulla Salernitana: “Problema andava risolto molto prima…”

In mattinata il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis ha tenuto una lunga conferenza stampa, toccando vari temi. Il numero uno azzurro è stato interpellato sul caso Salernitana. In futuro il problema multiproprietà potrebbe riguardarlo molto da vicino, in quanto il figlio Luigi è proprietario del Bari rilevato dopo il fallimento. “È difficile dare un giudizio schierandosi da una parte o dall’altra. Io credo che ci siano delle interpretazioni sia sul piano sportivo che sul piano giuridico che non sono solo tutte da una parte o tutte dall’altra e non so in questa situazione quanto abbia giocato la diatriba personale o quanto ci sia solo della miopia istituzionale di cui parlavo – ha spiegato De Laurentiis – Certo è che se io so che in Serie A non posso avere una seconda squadra, nel momento in cui sto lottando per essere promosso devo avere già le carte in ordine per un eventuale cessione. La stessa cosa che capiterà al Bari di mio figlio. Se inizi da un fallimento, tu puoi avere due società, ma nel momento in cui siamo entrati in ambito professionistico mi sono dovuto tirare fuori. Se vai in Serie A c’è poi quella diatriba sul legame sanguigno. Che tu possa mantenere una quota del 10% o comunque di minoranza è tutta da verificare. Ricorsi non ce ne sono mai stati, quindi difficile parlare di giurisprudenza consolidata. Probabilmente bisognava sedersi a un tavolo e parlarne, ma molto prima. Non due mesi fa”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News