Connect with us

News

Di Tacchio-Djuric reduci del playout: a Venezia ancora con l’obbligo di vincere

Quella di domani sarà la sfida numero 19 che la Salernitana disputerà sul campo del Venezia. Il bilancio parla di undici sconfitte, quattro successi campani e altrettanti pareggi. Una sconfitta, nei 90′, è stata indolore per l’ippocampo. Parliamo di quella del 9 giugno 2019, nel playout di ritorno che i granata di Menichini vinsero ai calci di rigore, grazie alla realizzazione decisiva di Di Tacchio. Proprio il capitano e Milan Djuric sono gli unici due reduci di quella partita.

I precedenti

Finì 1-1 nel 1996/97 alla penultima giornata, un punto che decretò l’aritmetica salvezza della squadra di Varrella (Ricchetti per il vantaggio ospite al quarto d’ora, pareggio lampo di Pedone per il Venezia). Nel 1997/98 lo storico 0-3 per la Salernitana di Delio Rossi che espugnò il Penzo con autorità e bel calcio, sorpassando in classifica proprio i lagunari e mettendo la freccia verso la vittoria del campionato: i protagonisti furono Greco e soprattutto Di Vaio con una pregevole doppietta. Nel torneo successivo, in Serie A, la sfida terminò a reti bianche. In tempi recenti c’è da ricordare lo 0-0 della prima giornata del campionato di Serie B 2017/18. Due 1-0 nella stagione 2018/19: quello in campionato, firmato Domizzi, e quello appunto nel ritorno playout con il timbro di Modolo, che non bastó ai veneti per agguantare la salvezza, con i granata vittoriosi ai rigori. Nel torneo 2019/20 l’ippocampo di Ventura perse 1-0 in Laguna, decisivo l’ex Bocalon. Lo scorso anno Castori boys corsari grazie alla doppietta di André Anderson, inutile la rete nel finale di Crnigoj.

Flashback in Laguna

Il neo tecnico Colantuono ha ritrovato solo due calciatori rispetto alla sua precedente esperienza, ovvero Francesco Di Tacchio e Milan Djuric, gli unici reduci di quel playout del giugno 2019. L’attaccante bosniaco, dopo tante difficoltà di ambientamento, siglò il primo gol della sua esperienza granata proprio nella gara di ritorno del campionato 2018/19 contro i lagunari, terminata 1-1. Djuric segnò anche nello spareggio retrocessione dell’andata, vinto all’Arechi per 2-1. Nel match di ritorno l’ex Cesena rimase in campo fino al 117′, in una partita giocata in dieci uomini da unico terminale offensivo.

L’esultanza liberatoria dei calciatori dopo il rigore trasformato da Di Tacchio

Dopo l’1-0 dei 90′ firmato Modolo, la lotteria dei rigori fu decisa dall’ultimo penalty di Francesco Di Tacchio (e dagli errori di Bentivoglio e Coppolaro) che corse poi ad esultare sotto il settore ospiti, popolato da 800 cuori granata, lasciandosi andare ad un pianto liberatorio. Quel playout fu giocato anche da un altro granata attuale, Andrea Schiavone che all’epoca vestiva la maglia arancioneroverde. Dalla quasi Serie C quindi ripartì la Salernitana, prima con la stagione di transizione sotto la gestione Ventura, poi con la cavalcata trionfale con Castori. Milan Djuric e Francesco Di Tacchio ci sono sempre stati, nelle sconfitte e nelle vittorie. Domani Venezia-Salernitana avrà ancora, almeno per il cavalluccio, il sapore di ultima spiaggia.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News