Connect with us

News

Dieci precedenti al Picco, unico hurrà granata 70 anni fa: un punto nelle ultime 6 occasioni

Domani sera la Salernitana scenderà in campo per l’undicesima volta nella storia sul prato dello stadio Picco. Il bilancio granata non è dei più soddisfacenti: sette sconfitte, due pareggi e un solo exploit del cavalluccio marino che si perde nella notte dei tempi.

Poco più di ottant’anni fa la prima volta: era il 12 marzo 1939 e la Salernitana, nel primo campionato di B della sua storia, perse 3-1 sotto i colpi di Rossetti, Diotallevi e Zuliani; di Carmine Iacovazzo la rete campana della bandiera. Liguri e salernitani retrocessero a braccetto in terza serie, ritrovandosi contro dieci anni più tardi, sempre in cadetteria. La Salernitana espugnò il Picco 2-3 in rimonta, grazie alla doppietta di Marcello Taccola e al gol di Dandolo Flumini che ribaltarono il doppio vantaggio locale firmato Mangini e Zordan. L’anno dopo, fu lo Spezia ad avere la meglio (1-0, ancora in rete Mangini), mentre nel 1950/51, alla penultima giornata, si verificò il primo pareggio: 1-1, vantaggio granata con Costantino De Andreis e pari spezzino di Frugali che non bastò a far raggiungere la salvezza ai bianconeri.

Una retrocessione che causò oltre cinquant’anni di assenza della Salernitana dal Picco. I granata vi tornarono infatti nel torneo 2005/06, il primo della gestione Lombardi, in C1. E furono dolori, perché Guidetti e Varricchio, con le rispettive doppiette, stesero la squadra all’epoca guidata da Maurizio Costantini con un sonante 4-0.  Si giocò come quarta partita, in realtà si trattava del recupero della seconda giornata, rinviata per consentire alla società granata di potersi mettere in carreggiata, vista la partecipazione al torneo di terza serie grazie all’adesione al Lodo Petrucci, dopo il fallimento della Salernitana Sport. I campani tornarono al Picco sempre in C, nel 2010/11, perdendo in notturna 2-1 (Basso e Comazzi per i padroni di casa, goffa autorete del portiere Fiorillo pro Salernitana).

Nel 2015/16 un doppio confronto. A dicembre in Coppa Italia i granata caddero 2-0 (Calaiò e Postigo i marcatori), mentre a febbraio il ko per 3-1 firmato Vignali, ancora Calaiò (su rigore) e l’allora fresco ex Sciaudone – dopo l’iniziale vantaggio granata di Massimo Coda – causò l’esonero di Vincenzo Torrente. In quel match la Salernitana chiuse in dieci uomini per l’espulsione di Denilson Gabionetta. Nel 2016/17 fu proprio Spezia-Salernitana ad aprire il campionato: 1-1 nell’open day, vantaggio ospite di Alessandro Rosina e pari ligure con Nenè. Infine, il match dello scorso anno, un perentorio 3-0 che diede inizio alla serie di silenzi stampa perpetrati fino a fine campionato: le reti spezzine furono messe a segno da Pessina, Marilungo e Granoche. Era il 23 febbraio 2018, di seguito il tabellino della gara:

TABELLINO   –   SPEZIA-SALERNITANA 3-0 (2017/18)

SPEZIA (4-3-1-2): Di Gennaro; De Col, Terzi, Giani, Lopez (16′ st Augello); Mora (25′ st Maggiore), Pessina, Bolzoni; Mastinu; Forte (30′ st Granoche), Marilungo. A disp: Manfredini, Capelli, Ceccaroni, Masi, De Francesco, Juande, Bassi, Mulattieri. All: Gallo.

SALERNITANA (3-5-2): Radunovic; Casasola, Tuia, Monaco; Pucino (13′ st Rosina), Ricci, Minala (17′ st Akpa Akpro), Kiyine, Vitale; Palombi, Bocalon (24′ st Sprocati). A disp: Adamonis, Russo, Mantovani, Popescu, Schiavi, Della Rocca, Signorelli, Zito, Di Roberto. All: Colantuono.

Arbitro: Pillitteri di Palermo (Borzomì/Lombardi)

NOTE. Marcatori: 21′ pt Pessina, 13′ st Marilungo, 40′ st Granoche. Ammoniti: Minala e Kiyine (Sa). Recuperi: 0′ pt, 4′ st. Spettatori: 5265.

 

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Advertisement
Advertisement

Altre news in News