Connect with us

News

Djuric cerca partner: “Davanti siamo pochi. Rinnovo? Aspetto, ma..”

Una partita ardua, dove anche lui, da ariete, ha faticato. Milan Djuric ha fatto, come sempre a sportellate, ha aiutato la squadra, ma il guizzo vincente non è arrivato: “La partita è stata difficile, a livello fisico venivamo da giorni tosti. Ci sono i ragazzi nuovi che si stanno inserendo, alcuni automatismi vanno rodati – dice il bosniaco in conferenza post match – Oggi sul piano fisico abbiamo dato tutto. Abbiamo incassato qualche gol di troppo nelle amichevoli, la difesa lo scorso anno era stato il punto di forza, ma siamo in piena preparazione e le gambe sono un po’ pesanti. Inoltre siamo pochi, e alcuni devono adattarsi, è normale”.

La punta poi si proietta al campionato, lui che conosce bene la massima serie, avendola giocata con la maglia del Cesena nel 2014/15. Una Serie A per la quale serviranno i calciatori adatti, in particolare nel reparto offensivo: “Il periodo trascorso non è stato facile per le questioni societarie. Sono sicuro che le cose si sistemeranno e saremo al completo. La Serie A l’ho giocata a Cesena e sono purtroppo retrocesso. La massima serie quindi la conosco bene, bisogna correre e ci vuole qualità, serve attenzione perché se sbagli ti puniscono subito. Noi seguiamo il mister, con gli innesti giusti si può fare bene. Numericamente siamo pochi in avanti e la società sta lavorando. Mi farebbe piacere se tornasse Tutino, ci ha dato tanto sia sul campo che nello spogliatoio e sono felice per il ritorno di Coulibaly. Il blocco Lazio ci ha dato tanto, purtroppo dobbiamo farne a meno, sia sul piano tecnico che umano dispiace. Dei nomi che sento per l’attacco uno vale l’altro, l’importante è che arrivino a darci una mano. Per la salvezza sarà ovviamente durissima, servirà mentalità. Siamo abituati a soffrire”. La volontà di Djuric è quella di continuare a vestire granata, il contratto del bosniaco però scade a giugno 2022: “Conosco il mister e do sempre il massimo, mi farebbe piacere restare. La questione societaria ha rallentato i discorsi con i singoli calciatori. Io sono in attesa ma non attenderò all’infinito, penso di essermi guadagnato un po’ di rispetto”.

Per Djuric inizierà la quarta annata con la Salernitana. L’attaccante è arrivato a Salerno nell’estate 2018 dal Bristol e ha vissuto alti e bassi, sia personali che di squadra: “La responsabilità la sento, sono un leader sul piano caratteriale. Bisogna dare l’esempio positivo, con i più esperti cerchiamo di indicare la via – conclude il bosniaco – Cerco di aiutare i più giovani soprattutto, in passato è successo con me. Tutti abbiamo qualità e tutti le esprimeremo, dobbiamo solo stare tranquilli. Ho vissuto alti e bassi a Salerno, dai playout, ai playoff sfiorati, fino alla promozione. I tifosi ci sono mancati lo scorso anno e ci è dispiaciuto molto, avremmo voluto festeggiare con loro, speriamo di ritorvarli presto. Ci sono sempre stati accanto, sono tranquillo, so che ci daranno una mano. Dovremo sudare ovviamente la maglia, ma so che lo faremo”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News