Connect with us

News

Domani Consiglio Federale sulla multiproprietà, Gentile: “Siamo in attesa”

Si terrà domani, alle 11 in videoconferenza, il Consiglio Federale che tra i punti all’ordine del giorno prevede anche la promozione della Salernitana in Serie A. Si parlerà, alla presenza del presidente Figc Gabriele Gravina, degli adempimenti relativi all’approdo della Salernitana in massima serie “con riferimento all’applicazione dell’art. 7 dello Statuto Federale e dell’art.16 bis delle Noif” che non permettono a Claudio Lotito Marco Mezzaroma di restare alla guida del club granata nella stessa categoria della Lazio. Non parteciperà alla riunione Claudio Lotito, recentemente inibito per il caso-tamponi che è costato anche una multa da 200mila euro ai biancocelesti. Dopo la vittoria di Pescara, il co-patron granata si è lasciato andare a dichiarazioni dal significato ambiguo. L’ultima, venerdì pomeriggio dopo la premiazione all’Arechi: “Allestiremo una squadra competitiva, al di là della mia presenza”.

Interpellato dal MattinoGian Michele Gentile, avvocato di fiducia di Lotito, ha commentato: “Bisogna trovare una soluzione e, in base alla normativa attuale, un acquirente. Allentamento della norma? Non vedo segnali di apertura, ma restiamo in attesa del Consiglio Federale, se consentirà una modifica del famoso articolo ed eventualmente di che tipo. Andare oltre la data ultima per l’iscrizione è difficile: cosa accadrebbe se Lotito ad esempio ottenesse un mese in più, iscrivesse la Salernitana e poi non riuscisse comunque a venderla? Revocherebbero l’iscrizione? Non è possibile. Uno slittamento di dieci giorni sarebbe più plausibile, visto che i trenta giorni dell’articolo 16 bis scadrebbero l’11 giugno e la deadline dell’iscrizione è il 21. Mi sembrerebbe una soluzione comprensibile. Diversamente, saremmo di fronte a una tagliola. Entro quella data, è interesse della Salernitana che la situazione venga chiarita definitivamente”.

Anche la Lazio infatti rischierebbe l’esclusione se Lotito non dovesse cedere in tempo utile il club granata: “È  un rischio che non si correrà, dovesse anche essere venduta all’ultimo giorno utile a chi si farà avanti. Oggi come oggi siamo in attesa ed è tutto fermo: vediamo cosa accade lunedì” sottolinea Gentile che, in merito alla norma, spiega: “È estremamente restrittiva, posso capire i parenti diretti, ma gli affini sono i parenti della moglie e non è detto che abbiano rapporti personali o di interessi comuni. Se c’è un divorzio (ovviamente non sarà questo il caso, nda) il fratello della moglie rimane affine e mi sembra una forzatura il fatto che ciò possa condizionare un’attività professionale. Bisogna chiarire il significato della portata della norma”.

Sul tavolo ci sono diverse ipotesi, tra cui quella di una holding estera con sede in Qatar. Proprio l’avvocato Gentile avrebbe ricevuto l’incarico di verificare la solidità e l’affidabilità di chi si farà avanti (o di chi lo ha già fatto) per l’acquisizione delle quote ma sottolinea: “Tratta direttamente il presidente. Quando ci sarà il compratore, entrerò in scena eventualmente per i contratti”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News