Connect with us

News

È subito Bonazzoli! Buona la prima ufficiale, i granata stendono la Reggina

TABELLINO  –  SALERNITANA-REGGINA 2-0

SALERNITANA (3-5-2): Belec; Gyombér, Strandberg, Bogdan (20′ st Aya); Kechrida, M. Coulibaly, L. Coulibaly (11′ st Di Tacchio), Obi (12′ st Capezzi), Ruggeri; Bonazzoli (37′ st Kastanos), Djuric (36′ st Kristoffersen). A disp: Fiorillo, Jaroszynski, Zortea, Iannone. All: Castori.

REGGINA (4-4-2): Micai; Lakicevic (22′ st Adjapong), Cionek, Stavropoulos, Di Chiara; Ricci (13′ st Ménez), Hetemaj, Crisetig (34′ st Bianchi), Laribi (14′ st Bellomo); Rivas, Montalto (23′ st Denis). A disp: Turati, Lojacono, Regini, Franco, Liotti, Situm Gavioli. All: Aglietti.

Arbitro: Fourneau di Roma (Carbone/Lanotte. IV: Rutella. Var: Di Bello. Avar: Marchetti)

Note: Marcatori: 47′ e 10′ st Bonazzoli; Angoli: 3-1; Ammoniti: 41′ st Capezzi, 51′ st Hetemaj; Recupero: 2′ pt, 6′ st


La Salernitana batte 2-0 la Reggina grazie alla doppietta dell’esordiente Bonazzoli e passa il turno di Coppa Italia accedendo ai sedicesimi di finale. Castori schiera i suoi con un ormai rodatissimo 3-5-2: Gyomber, Strandberg e Bogdan formano il muro davanti a Belec, sugli esterni agiscono Kechrida e Ruggeri, mentre a centrocampo ci sono Mamadou Coulibaly, Lassana Coulibaly e Obi, in attacco c’è Bonazzoli a supporto del capitano Djuric. Gli amaranto rispondono con un 4-2-3-1 pieno di qualità: Micai tra i pali, Lakicevic, Cionek, Stavropoulos e Di Chiara in difesa, Crisetig e Hetemaj a centrocampo, Ricci, Laribi e Rivas sulla trequarti e Montalto davanti.

Primo tempo

La prima frazione di gioco è piena di occasioni da un lato e dall’altro, con entrambe le squadre che sembrano poter sbloccare il risultato in qualsiasi momento. Il primo tiro in porta arriva già al 6′, da parte degli ospiti che trovano spazio al centro con Laribi, giratosi bene sulla trequarti, la conclusione da fuori è forte, ma non molto angolata e Belec la respinge senza affanno, aiutato poi da Ruggeri a recuperare la palla. I granata rispondono al 10′ con Lassana Coulibaly, che si ritrova una palla che rimbalza al limite dell’area e prova a calciarla al volo, mandandola alta non di poco. Al 13′ Micai prova a fare un regalo all’ex compagno Djuric, facendosi sfuggire il pallone in uscita sul cross invitante di Ruggeri.
I padroni di casa continuano a spingere e al 15′ creano un’altra buona palla-gol con l’iniziativa personale di Bonazzoli sulla destra, dopo un primo tentativo di metterla in mezzo il numero 9 vede Mamadou Coulibaly libero dai 16 metri e lo serve, ma il piazzato del senegalese è leggermente alto. La Reggina invece riesce a impegnare Belec solo da fuori, con un altro tentativo di Laribi al 21′, stavolta l’estremo difensore della Salernitana blocca in due tempi. Al 23′ la squadra di Castori si esprime bene con un buon cambio di gioco di Bonazzoli per Ruggeri, che prova il cross dalla trequarti, in area giganteggia Djuric ma la palla arriva comoda a Micai. Al 24′ l’occasione più ghiotta per i campani: Kechrida, liberato sulla destra da un bel tacco di lassana coulibaly, si prende tutto il campo possibile arrivando fin quasi sul lato corto dell’area piccola, poi la dà leggermente arretrata a Bonazzoli che da due passi non riesce a coordinarsi perfettamente e spara alto. Al 32′ Micai tentenna di nuovo in uscita, stavolta addirittura fuori dalla sua area, ma Bonazzoli, che è il più in palla dei suoi, non riesce ad approfittare della porta sguarnita con la sua conclusione, murata da Di Chiara. Gli amaranto reagiscono con Ricci, che dal limite può puntare al palo lungo, ma allarga un pizzico troppo la mira. Poi al 43′ vanno di nuovo vicini a sbloccare il risultato, propiziati da un errore in disimpegno di Bogdan che favorisce Montalto, il suo sinistro però finisce di poco a lato. Arriva quasi allo scadere del primo tempo il vantaggio della Salernitana, con Bonazzoli che chiude elegantemente una bella azione corale della squadra: Djuric pulisce bene un pallone a centrocampo allargando per Ruggeri, il terzino controlla bene a seguire e vede una traccia sul secondo palo che prova a percorrere d’esterno, l’ex doriano ha altre idee e intercetta stoppando di sinistro, se la sposta con un palleggio per evitare Stavropoulos e poi tira al volo centrando l’angolino alla sinistra di Micai.

Secondo tempo

A inizio ripresa la Salernitana appare subito più sciolta e trova il raddoppio alla prima occasione utile, innescata da un ispirato Kechrida che già pochi minuti prima aveva avuto uno bello spunto, poi non finalizzato. Al 10′ invece fa una grande giocata bevendosi Di Chiara con un tunnel e poi servendo Bonazzoli per la doppietta personale. A questo punto inizia la girandola di cambi che spezza molto il ritmo della partita. Dopo il gol Castori cambia volto al centrocampo, inserendo Di Tacchio e Capezzi per Lassana Coulibaly e Obi. Modifica qualcosa nello schieramento anche Aglietti che sostituisce Ricci e Laribi con Menez e Bellomo. Al 20′ Bogdan, afflitto dai crampi, lascia il posto a Aya. Due minuti dopo il difensore romano si fa bruciare da Menez dopo lo scambio con Montalto, ma riesce comunque a disturbare il francese al momento del tiro che Belec devia in angolo. L’allenatore degli ospiti prova a pescare ancora dalla panchina, con Adjapong e Denis al posto di Lakicevic e Montalto, ma l’unico ad avere impatto sulla gara è Menez, che porta un po’ di fantasia sul fronte offensivo. Aglietti cambia anche la regia al 33′, con Bianchi per Crisetig, ma la Reggina non finalizza più. Al 36′ Castori invece cambia l’attacco per non rischiare infortuni, Kristoffersen e Kastanos rilevano Djuric e l’uomo partita Bonazzoli. A questo punto la Salernitana si chiude completamente e prova ogni tanto a ripartire, ma fatica dato il norvegese come unico punto di riferimento offensivo e la partita, con 6′ recupero, termina sul 20 per i padroni di casa.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News