Connect with us

News

Ederson primo tifoso: “Domani soffrirò. Nicola? Energia pura e la tifoseria qui è sudamericana”

“Stare fuori sarà peggio che stare in campo a giocare. Soffrirò ancora di più e devo cercare di trasmettere emozioni positive ai ragazzi per questa gara”. Salernitana-Udinese sarà il primo match in cui mister Nicola dovrà fare a meno del suo gioiellino verdeoro. L’ultima assenza, infatti, risale alla gara interna con lo Spezia (solo panchina in quell’occasione), quando al timone della Salernitana c’era Stefano Colantuono. Da lì quindici presenze e due zampate esterne (a Genova e Bergamo) prima del giallo rimediato nell’ultima gara e che lo costringerà ai box. In un’intervista diffusa sui canali ufficiali della Lega Serie A, il colpo del mercato invernale trasmette la carica ai suoi, non nascondendo un pizzico di rammarico: “E’ la partita più importante di tutta la stagione, la battaglia che decide tutto. Non è più il momento di chiederci cosa vogliamo ottenere, ora è il tempo dell’azione, voglio la salvezza con la Salernitana”. 

Ederson è arrivato a Salerno ad inizio anno e, ad oggi, dopo un primo periodo di adattamento rappresenta l’intelaiatura stabile della nuova Salernitana di Danilo Iervolino. “Quando ho scoperto che Sabatini voleva prendermi sono stato molto contento, è stata una grande iniezione di fiducia perchè ha una carriera pazzesca, ha l’occhio giusto per scovare talenti”, afferma il centrocampista brasiliano. “Il ds mi parla quasi tutti i giorni, mi mostra video per correggere i miei movimenti. Si aspetta molto da me, perché sa che ho del potenziale”.

La mentalità

Appena 23 anni il prossimo luglio, le parole del verdeoro mostrano un giovane promettente ma dalla mentalità giusta per importanti palcoscenici “Odio perdere, anche una singola palla contesa, figuriamoci una partita. Ho sempre voluto vincere, la mia mentalità è stata sempre quella. Ogni volta che abbiamo vinto o pareggiato mi ripetevo che bisognava vincere anche la prossima. Ho fatto di tutto per aiutare la squadra, che fosse segnare un gol, servire un assist. Volevo vincere, la Salernitana aveva bisogno di quelle vittorie”.

Ederson in azione contro il Cagliari allo stadio Arechi

Ederson in azione contro il Cagliari allo stadio Arechi

Il rapporto con Nicola

Uno dei perni del centrocampo della nuova Salernitana, durante l’intervista al canale YouTube della Lega Ederson descrive il suo rapporto con Davide Nicola: “Il mister è così tutti i giorni, non recita. Noi percepiamo la sua energia, è sempre energico a prescindere dal risultato, trasmette sempre queste sensazioni e cerca sempre di essere positivo. E’ perfetto per questo gruppo, perché ci inietta sempre positività ed energia. Se siamo riusciti a fare questo filotto è grazie a lui. E non sono solo metodi di allenamento, ma proprio l’energia che trasmette. E’ riuscito a creare un ambiente rilassato e con un clima sereno”. 

Ma c’è anche spazio per un breve passaggio sulla curva Sud Siberiano, che a Ederson e Mikael ricorda molt le torride sudamericane: “I tifosi della Salernitana assomigliano tanto alle tifoserie brasiliane, ne parlo spesso con Mikael, ci sono sempre e ci spingono al di là di come stia andando la partita. Le gare in casa sono sempre sold-out e il tifo è enorme. Qui è così, c’è più spinta che critica e anche io e Mikael siamo stati sorpresi di questo”. 

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News