Connect with us

News

Elezioni Figc: Gravina si ricandida, Lotito non lo appoggia. E potrebbe votare pure Aya…

Il 22 febbraio 2021 si terrà l’assemblea elettiva Figc al Cavalieri Waldorf Astoria Hotel di Roma: Gabriele Gravina ha ufficializzato questa mattina la sua ricandidatura alla presidenza federale, in attesa di capire se a stretto giro (entro martedì, ultimo giorno utile) ci sarà a sfidarlo Cosimo Sibilia, attuale vice. Il presidente uscente non godrebbe, al momento, dell’appoggio di Claudio Lotito, almeno per quanto riguarda la Lazio che assieme al Benevento, sarebbe tra le due società di Serie A a non aver garantito l’appoggio a Gravina. Per il resto la stragrande maggioranza degli altri club sarebbe dalla sua parte. Lo stesso Lotito è in bilico per il posto da consigliere federale,  che potrebbe dover abbandonare: attualmente siede in via Allegri in quota Serie A, ma è alla fine del terzo mandato e la Legge Lotti – che prevede proprio un massimo di tre mandati in incarichi federali sportivi – gli impedirebbe di continuare l’esperienza, a meno di clamorosi cavilli o scappatoie.

Lo statuto Figc prevede infatti che per poter correre ufficialmente per la presidenza, il candidato debba depositare le firme del 50 per cento più uno di almeno una componente. Gravina ha raccolto la maggioranza nelle intenzioni di voto (che devono però sempre trasformarsi in voti) in Lega A (18 firme su 20), B (19 su 20), Lega Pro (54 su 58), Assoallenatori ed Assocalciatori. A proposito di atleti: i delegati Aic all’assemblea elettiva del 22 febbraio sono 52, ripartiti proporzionalmente tra Serie A e B, Serie C, dilettanti e calcio a 5, calcio femminile. Fra i delegati supplenti designati per Serie A e B c’è anche il difensore della Salernitana, Ramzi Aya, che potrebbe partecipare all’assemblea se uno degli effettivi dovesse dare forfait. I “titolari” al momento sono Acerbi, Bindi, Brignoli, Bruscagin, Cavion, Daniel Ciofani, De Silvestri, Farelli, Floccari, Gasparetto, Manfredini, Marchetti, Meccariello, Parolo, Peluso e Pomini. Oltre ad Aya, fra i supplenti figurano Brighenti, Dezi, Morleo, Provedel e Rozzio.

Si diceva dello sfidante. La Lega Nazionale Dilettanti e l’Associazione Italiana Arbitri non hanno appoggiato Gravina al momento. Il presidente della LND è infatti quel Cosimo Sibilia che potrebbe decidere di sfidarlo. Tuttavia, le cinque componenti che hanno espresso il loro gradimento nei confronti di Gravina rappresentano il 64% del corpo elettorale in Figc e sarebbero in maggioranza. LND e Aia, insieme, fanno il 36% (34 per i dilettanti e 2 per gli arbitri).

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News