Connect with us

News

Fabiani tra presente e futuro: “A Pescara ultimo sforzo, Salernitana non smantellerà”

La Salernitana si gode il presente e spera di vivere un futuro migliore. Lunedì, in quel di Pescara, la compagine granata giocherà una partita che potrebbe restare nella storia ultracentenaria dell’ippocampo. In caso di vittoria, a prescindere dal risultato del Monza, la Salernitana conquisterebbe la promozione in Serie A (clicca qui per leggere l’articolo), traguardo che aprirebbe le porte a scenari insperati fino a poche settimane fa.

“Nessuno dava la Salernitana per favorita, la B è sempre piena di competizione” ha confermato il direttore generale granata, intervenuto ai microfoni di Radio Punto Nuovo all’indomani della vittoria sill’Empoli. “Ora tocchiamo ferro e teniamo botta, il calcio è bello proprio perché rende qualsiasi impresa possibile” è il pensiero di Fabiani che sposta l’attenzione sull’operato di Fabrizio Castori: “È riuscito ad accordare tutti gli strumenti. Poi i meriti appartengono a tutto il gruppo, ma il mister è stato uno dei grandi artefici di questa stagione. Abbiamo avuto qualche incidente di percorso durante il campionato, ma ci possono stare”. Ultimo incidente di percorso una settimana fa all’Arechi: “La gara col Monza è macchiata da un errore arbitrale e non vorrei tornarci sopra per generare polemiche inutili – ha dichiarato Fabiani –  Ora, ci resta un ultimo sforzo: a Pescara non sarà facile, abbiamo sofferto anche con l’Empoli, che non era venuto a Salerno con lo spumante in mano oppure in vacanza. Non dobbiamo imboccare la strada sbagliata: nelle partite singole, può succedere sempre di tutto”.

Presente e futuro, appunto. Se si dovesse concretizzare il sogno dei tifosi salernitani, per la società di Lotito e Mezzaroma si aprirebbe un nuovo capitolo, quello della cessione: “Serie A e multiproprietà? Questo è un ritornello che va avanti da tempo. È chiaro che uno dei soci che ha il 50%, Claudio Lotito, dovrà disfarsi delle proprie quote. Questo non significa che la Salernitana smantella o smette di esistere: questa è una società sana e senza debiti. Più che altro mi chiedo: ci sono altri imprenditori seri e competenti in Italia disposti ad investire nel calcio, in un momento come questo?” ha concluso il dg granata.

2 Commenti

2 Commenti

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News