Connect with us

News

Calciatori appiedati dal bus, parla l’autista: “Mi hanno chiesto di spostarlo”

AGGIORNAMENTO 16 LUGLIO, ORE 20.40 – L’episodio simpatico dei calciatori lasciati a piedi dal pullman della Salernitana ha avuto uno spiacevole riverbero social. Tanti gli insulti piovuti nei confronti della società e dell’autista del pullman. Proprio Luigi Bonavita, autista del bus granata, ci ha tenuto a precisare le dinamiche dell’accaduto, rivolgendosi alla nostra redazione: “Mi hanno chiesto di spostare il pullman 200 metri più avanti perché stavano effettuando deilavori e poiché doveva passare un camion grande”. Questa la rettifica di Bonavita, ingiustamente bersagliato, in un mondo, quello dei social, ormai divenuto una vera e propria giungla, dove chiunque crede di avere il diritto di insultare il prossimo.

ARTICOLO 15 LUGLIO, ORE 14.30 – Salernitana al completo per Cascia… o forse no. Almeno per qualche minuto. L’episodio curioso si è verificato alla partenza del romitaggio estivo. La squadra si è ritrovata per pranzo in un ristorante della zona orientale della città, poi un po’ di relax prima di salire sul pullman. Bus che però era partito, direzione Umbria, dimenticando un discreto numero di calciatori. Bogdan, Fella, Kalombo, Gyombér, Aya, Djuric, Veseli, Russo, Belec, Vitale e Cavion non erano saliti sul torpedone che ha dovuto per forza di cose fermarsi e aspettarli, creando anche una discreta fila di auto.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News