Connect with us

News

Ferrara ricorda l’88 a Cascia: “Ago arrivò in doppio petto, noi in ciabatte. Incredibile averlo con noi”

Per la Salernitana tornare a Cascia in occasione del ritiro estivo è diventata quasi una consuetudine negli ultimi anni, considerando anche le tappe a Roccaporena che ne è frazione. Ma anche in passato i granata avevano scelto il comune in Umbria per la preparazione alla stagione successiva.

Ciro Ferrara ci è stato ad esempio due volte durante la sua prima esperienza col cavalluccio. “Sia nel 1986 con Mario Russo, sia nel 1988 con Carlo Soldo – ricorda l’ex difensore ai nostri microfoni – Due esperienze in due alberghi diversi, con due società diverse. Sono stati anni prolifici e infatti da allora molte squadre hanno scelto Cascia e le sue belle strutture come sede per la propria preparazione estiva“. Il ritiro dell’estate del 1988 fu anche quello in cui Agostino Di Bartolomei mosse i primi passi con la casacca della Salernitana, che si alleva al campo “Conciarello“, afferente all’Hotel delle Rose (foto in alto nella versione attuale): “Ricordo prima di tutto lo stupore di vedere un personaggio che che vedevo da lontano, inarrivabile, che veniva a fare un’esperienza a Salerno. Trovarlo come compagno di squadra per me che ero un ragazzino appena arrivato dalle giovanili del Napoli era incredibile. Una persona con un cuore d’oro, sempre a disposizione per aiutare noi giovani“.

La fascia al braccio Ago l’ha portata solo nella stagione successiva, ma ovviamente la sua caratura lo rendeva già una guida per la squadra: “Per dare l’idea dell’aria che tirava, lui arrivò in ritiro con una giacca a doppio petto blu, mentre noi eravamo in pantaloncini e ciabatte. Ci siamo vergognati. Questo ha mantenuto le distanze tra di noi per qualche giorno, c’era timore e soggezione, invece poi abbiamo scoperto una persona bellissima. È nato un rapporto speciale con lui che si è calato al nostro livello. Qualche aneddoto? Me ne viene in mente subito uno. Correvamo nel sentiero di Santa Rita, c’era un ruscello da saltare e io ero davanti e pronto al salto, l’allenatore ci disse di fermarci e che sarebbe andato prima lui per evitare che potesse capitarci qualcosa. Atterrò col piede su un pezzo di legno chiodato e si fece male. Fu una scena di ilarità unica, i giornali presenti ci titolarono «Per un Soldo bucato», nonostante il pericolo è stato uno di quegli episodi che aiuta a coadiuvare l’ambiente

SAL – 08 04 2019 Salerno Archivio di Stato. Presentazione della mostra sul Centenario della Salernitana.

L’ex calciatore napoletano, nella sua seconda avventura con la Salernitana, riuscì anche a conquistare la promozione in Serie A, l’ultima prima della scorsa stagione: “Sono contentissimo di quell’annata, avevo 31 anni e non avevo potuto giocare la massima serie, ma ci sono entrato dalla porta principale. Per me è stato il coronamento di un sogno, lo considero un premio alla carriera. Ho fatto solo due partite in Serie A, poi sono andato via per fare spazio perché non ero all’altezza e il mio carattere non mi faceva apprezzare la panchina. Comunque è un ricordo bellissimo“.

Infine sul presente e le sue incognite: “Non saprei dire cosa potrà raccontare questo campionato. Finché non si risolve il problema della proprietà non si sa cosa si può costruire e cosa si può investire, quindi quali saranno gli obiettivi. Se non si fa avanti qualcuno non si può sapere. Le altre squadre sono già pronte, alla Salernitana è tutto nuovo, tutto da rifare ed è già tardi. Ma magari riusciranno a ripetere quanto fatto nella scorsa stagione e a stupirci“.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News