Connect with us

News

Figc chiede indipendenza, Lotito vuol darla col trust e completare vendita “con calma”: spunta Lombardi

Altro capitolo di un mese incredibilmente e sempre più costellato di capovolgimenti e garbugli. Ora la Federcalcio apre al trust, ma solo se la Salernitana e i suoi attuali proprietari riusciranno a dimostrarne la completa indipendenza e, soprattutto, l’impegno a vendere il club, allegando alla documentazione anche prova dello stato avanzato della trattativa per la cessione Le parole pronunciate questa mattina dal presidente Gabriele Gravina durante una conferenza stampa a Casa Azzurri (clicca qui per leggere l’articolo) da un lato danno un colpo al cerchio, dall’altro lo danno alla botte. “Niente furbate, niente scorciatoie”, ha ribadito il numero uno federale. Però, a precisa sollecitazione sull’ipotesi trust, risponde così: “Diventerebbe un precedente se non rispettasse tutti i paletti che un trust richiede. Se questi paletti, che considero molto chiari, severi e di massima garanzia vengono rispettati, probabilmente, perché non spetta a me decidere, la Salernitana potrà essere ammessa al campionato di Serie A, altrimenti ho timore che qualcuno possa avere un brutto risveglio”.

In parole povere, per essere accettato, il trust dovrà essere vero e non fittizio. Serviranno garanzie valide in tal senso, non si può scappare. Dunque, se i legali di Salernitana e Figc troveranno il giusto accordo per rispettare l’articolo 16 bis delle Noif e contemporaneamente non obbligare (all’oggi) Lotito e Mezzaroma a cedere la società, il club sarebbe iscritto al campionato con una sorta di commissario straordinario a gestirlo. In tal modo, l’attuale proprietà si spossesserebbe del bene e il “trustee” – che sarebbe individuato dagli avvocati federali di comune accordo con i colleghi che rappresentano i due imprenditori romani – si occuperebbe esclusivamente della gestione della Salernitana, fino ad avvenuta vendita. Già, perché in via Allegri, a quanto pare, accetterebbero tale soluzione solo in presenza di trattative ben avviate per cedere il club con imprenditori dalla comprovata serietà e solvibilità.

Lo scenario trova riscontri anche dalle indiscrezioni raccolte dalla nostra redazione. Se fino a qualche giorno fa la pista trust sembrava impossibile da percorrere, ora c’è stata una riapertura. Il pool di legali che assiste Lotito e Mezzaroma avrebbe incontrato informalmente quelli della Figc per studiare una risoluzione inattaccabile dal punto di vista giuridico. Evidentemente, Lotito e Mezzaroma sono riusciti a far entrare il trust nei “paletti chiari, severi e di massima garanzia” ci cui parla Gravina. Stasera dovrebbe esserci un nuovo incontro tra i due co-patron e domani, al massimo dopodomani, la Salernitana potrebbe presentare la documentazione in Figc per ottenere il via libera all’iscrizione. Dopodiché, i due co-patron (che perderanno, di fatto, il controllo anche indiretto sulle volontà della società) potranno rituffarsi nella trattativa di cessione del club, che evidentemente non poteva concludersi in pochi giorni: si continua insistentemente a parlare di imprenditori romani in pole position con i quali si sta ragionando intorno ai 60 milioni di valutazione del club. In mattinata è venuto fuori il nome di Andrea Lombardi, per la verità originario della provincia di Salerno ma attivo nella capitale professionalmente: è amministratore delegato di Magister Group, che al suo interno ha agenzie per il lavoro, società di servizi, società editrici e che si occupano di ristorazione. Non possiamo confermare, né smentire”, filtra da fonti interne a Magister. Il nome dell’imprenditore è riconducibile a una descrizione minuziosa fatta dal collega Michele Spiezia su Storiesport. Si vedrà. Intanto l’iscrizione al campionato di Serie A della Salernitana sembra essere concretizzabile attraverso il trust, ipotesi che qualche settimana fa era seccamente stata accantonata finanche dall’avvocato di fiducia di Claudio Lotito, Gian Michele Gentile, e che invece adesso, anche grazie alle parole di Gravina in tal senso, sembra tornata clamorosamente in auge. Mancano undici giorni alla deadline, entro la settimana corrente si sussurra che la faccenda sarà chiusa. Finalmente.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News