Connect with us

News

Figc, lunedì 22 sfida Gravina-Sibilia. La proposta del presidente uscente: “B a 2 gironi”

L’assemblea elettiva si avvicina e in Federcalcio c’è ovviamente fibrillazione. Gabriele Gravina, presidente uscente e che sembra avere la maggioranza dalla sua almeno sulla carta, sarà sfidato da Cosimo Sibilia, numero uno della Lnd e finora suo vicepresidente vicario. Si voterà il 22 febbraio in presenza presso il “Rome Cavalieri, a Waldorf Astoria Hotel” di Roma.

Nell’odierna edizione della Gazzetta dello Sport, Gravina parla in lungo e in largo del suo programma per il prossimo quadriennio. Tra le tante dichiarazioni, spicca quella sulla riforma dei campionati chiesta a gran voce da diverse componenti, tra cui la stessa Serie B che non molto tempo fa optò per una delibera anche piuttosto provocatoria, chiedendo un prossimo campionato a 21 squadre (con la contrarietà della Salernitana, clicca qui per leggere l’articolo). “Penso a una riforma della Serie A da un punto di vista qualitativo, non quantitativo. Bisogna ritracciare il profilo dell’area professionistica e di quella dilettantistica. Ci sono turnover troppo alti, in Serie B a ogni stagione cambia il 40 per cento delle squadre. Una retrocessa dalla A alla B non ce la fa, non basta il paracadute. Bisogna dunque agire sulla redistribuzione delle risorse e della flessibilità degli emolumenti. La soluzione potrebbe essere quella di due gironi di B, in verticale, non orizzontale, ha detto il numero uno uscente di via Allegri che punta alla rielezione.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News