Connect with us

News

FOTO. Calcagno (Aic) al M.Rosy: “Qui si respira entusiasmo, messaggi positivi da Ribery”

Visita di cortesia da parte dell’Aic nel quartier generale della Salernitana. Dopo il blitz del delegato per il sud italia Danilo Coppola che ha premiato Fabrizio Castori e Luka Bogdan nella giornata di ieri (clicca qui per leggere l’articolo) quest’oggi il presidente Umberto Calcagno ha incontrato dirigenti e calciatori della Salernitana.
Diversi gli argomenti di discussione, tra cui protocollo sanitario, riforma campionati, pensioni e fondo di fine carriera. “Argomenti trattati con tutte le altre società” ha spiegato Calcagno ai microfoni di SalernitanaNews, soffermatosi soprattutto sul tema dei nuovi protocolli sanitari: “Abbiamo parlato dell’importanza del vaccino anche per il nostro mondo che si è dimostrato capace nella prima fase della ripresa dopo il lockdown ed anche in questo momento in cui la pandemia non è ancora finita. È stata una visita di cortesia, non eravamo riusciti a visitare tutte le squadre di Serie A e stiamo terminando adesso il ‘giro'”.

Al suo ritorno al Mary Rosy, Calcagno ha potuto toccare con mano l’entusiasmo della piazza granata: “C’è un’atmosfera molto bella, si percepisce l’entusiasmo, ma anche la consapevolezza di far parte di un progetto importante. Il centro sportivo migliora di volta in volta, questo conferma che c’è una importante e ben delineata progettualità alla base dei risultati ottenuti”. Un entusiasmo acuito anche dall’approdo in granata di Franck Ribery, il quale a 38 anni ha deciso di mettersi ancora in gioco, rinunciando a contratti faraonici di club esteri: “Ha mandato dei messaggi molto positivi in conferenza stampa, e lo stesso farà col gruppo. Sarà sicuramente un grande valore aggiunto per la Salernitana, in campo e fuori. Ha vissuto il calcio in maniera apicale, il suo arrivo a Salerno rappresenta qualcosa di davvero importante”. 

L’entusiasmo per la promozione in Serie A è stato seguito da due mesi di discussioni sul tema multiproprietà, terminate con l’istituzione del trust, ma è chiaro che l’argomento necessita di maggiori approfondimenti: “Non ci sono particolari aspettative da parte nostra – dichiara Calcagno – Ci sono dei programmi federali già concordati e già avviati. La Salernitana ha optato per il trust, spero che presto abbia  una nuova proprietà che possa garantirle un futuro roseo”.

Altro tema caldo è quello dei calendari: anche oggi mancavano diversi calciatori impegnati con le rispettive Nazionali. “Dobbiamo trovare un nuovo compromesso tra ricavi economici ed aspetti sportivi” ha ribadito il presidente dell’Assocalciatori, sottolineando l’importanza di “tutelare i grandi calciatori, dato che sono loro gli attori principali. Terminato questo periodo di emergenza, non si potranno giocare così tante partite. Anche quanto accaduto nei giorni scorsi deve far riflettere (chiaro il riferimento all’interruzione di Brasile-Argentina da parte degli agenti inviati dalle autorità sanitarie, seguita da un’inchiesta della Fifa). Non ci sono particolari preoccupazioni in vista dei Mondiali in Qatar, immagino si punterà su una partenza anticipata del campionato e si proverà a sfruttare il mese di giugno. Ad ogni modo dobbiamo capire fino a che punto ci si può spingere e quanto sia giusto giocare così tanto”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News