Connect with us

News

FOTO E VIDEO. La Salernitana ricorda i ragazzi del treno: “Contenti di dedicare a loro l’impresa sportiva”


Il dolore non potrà mai essere cancellato, ma il cerchio – forse – è stato chiuso. Ventitré anni dopo la tragedia della Galleria di Santa Lucia, Salerno è in festa per la conquista della salvezza in Serie A, ma non dimentica i suoi quattro angeli. Un traguardo, quella della permanenza in massima serie, dedicata anche e soprattutto a Vincenzo Lioi, Ciro Alfieri, Giuseppe Diodato e Simone Vitale, i quattro giovani tifosi che persero la vita nel rogo del treno di ritorno dalla trasferta di Piacenza.

Questa mattina, come ogni 24 maggio, la Salernitana ha omaggiato le vittime di quella tragica giornata. Il team manager Salvatore Avallone ed il centrocampista Francesco Di Tacchio hanno fatto visita ai familiari dei quattro ragazzi, porgendo dei mazzi di fiori, col capitano ad autografare maglie. Presenti anche esponenti del CCCS e del Club Mai Sola: anche i tifosi hanno deposto fiori e sciarpe per ricordare i supporter granata scomparsi.

Non sarà mai un giorno come gli altri” ha sottolineato il team manager. “Oggi sembra la fine di quello che si poteva evitare in quella famosa partita. Siamo per qui per rendere omaggio ai ragazzi e ricordare tutti quelli che hanno perso la vita per la nostra Salernitana. Se quella partita fosse andata diversamente oggi saremmo qui con i quattro ragazzi, ma come società siamo contenti di aver dedicato a loro questa impresa”.

Parole a cui fanno eco quelle di Di Tacchio: “Sono qui da quattro anni, ho compreso cosa vuol dire essere salernitani. È una fede, in questo ultimo periodo abbiamo riavvicinato tanta gente e molti giovani, oggi ricordiamo questi quattro ragazzi. Sono sicuro che gli abbiamo regalato una gioia e hanno festeggiato con noi”.


Questo slideshow richiede JavaScript.

1 Commento

1 Commento

  1. Massimo

    24/05/2022 at 12:58

    Vi giuro ho le lacrime x quella tragedia mi sono allontanato dal calcio ero a Piacenza e quando rientrai a Pisa dove vivo e lavoro seppi della tragedia della galleria da allora il calcio non mi ha più entusiasmato e ci sono stati altri eventi meno tragici fortunatamente ma pur sempre significativi lo scandalo calcio scommesse che hanno contribuito al mio definitivo allontanamento dalla Salernitana e al calcio in generale. Ora ho 51 anni e due figli maschi ,che tifano Salernitana ,mi sono a poco a poco riavvicinato ….Bellissimo gesto della società che non ha dimenticato.

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

 






Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News